Notizia Oggi

Stampa Home

Ex Maneggio, la riqualificazione dell'ex discoteca slitta ancora

La struttura ora è in stato di degrado
Articolo pubblicato il 25-11-2017 alle ore 16:56:31
Ex Maneggio, la riqualificazione dell'ex discoteca slitta ancora 1
Ex Maneggio, la riqualificazione dell'ex discoteca slitta ancora 1

Slitta la riqualificazione dell’ex Maneggio. Il Comune di Romagnano ha approvato un’ulteriore proroga di 180 giorni dal 19 agosto per stipulare la convenzione urbanistica, fissando come termine ultimo il 15 febbraio 2018. La proroga approvata nei giorni scorsi è stata fatta partire dalla data del primo rinvio, risalente appunto a giugno. Il progetto di recupero della vecchia discoteca è stato proposto dalla società DueGieffe, con l’idea di trasformare l’area in un polo per il tempo libero. Attualmente però non sono concluse le trattative per l’acquisizione delle aree non ancora di proprietà di DueGieffe; pertanto il rappresentante legale della società, Fabio Fanchini, ha chiesto ancora un po’ di tempo al Comune che ha accettato la richiesta, vista l’importanza dell’investimento per il territorio.

Se il piano andrà in porto, al posto quella che era una delle discoteche più in voga negli anni Novanta, e ora un rudere in stato di degrado, dovrebbe sorgere un centro sportivo, con tanto di campi da tennis e un’area dedicata al benessere; ci sarà anche una zona da dedicare all’ospitalità alberghiera, con un residence e un hotel. Il tutto in mezzo al verde. Quanto rimane dell’ex discoteca invece verrà demolito perché ormai inutilizzabile: l’incendio del gennaio 2008 ha bruciato non solo muri e arredi interni ma ha recato pure danni irreversibili alle reti impiantistiche.

La società immobiliare si farà carico delle opere di urbanizzazione dell’area, in particolare della costruzione di un marciapiede e dei sottoservizi di via Ai Ronchi, nonché della realizzazione di un impianto di illuminazione.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...