Notizia Oggi

Stampa Home

Fatture false per 600mila euro: nei guai un'azienda valsesiana

Era stato ideato un ingegnoso meccanismo per abbattere il reddito
Articolo pubblicato il 21-06-2016 alle ore 12:28:12
Fatture false per 600mila euro: nei guai un'azienda valsesiana 3
Foto d'archivio

Fatture false per 600mila euro: è finita nei guai un'azienda valsesiana che si occupa di produzione di sistemi idraulici.

La guardia di finanza di Borgosesia ha scoperto che l'azienda utilizzava un particolare meccanismo evasivo, mediante l’utilizzo di fatture per operazioni inesistenti, con importi ammontanti, in media, a circa  l'80 per cento dei costi totali sostenuti. Il tutto finalizzato all’abbattimento sia del reddito prodotto sia dell’imposta sul valore aggiunto dovuta all’erario sulle vendite. In particolare l’impresa, per perseguire il suo scopo, si è avvalsa dell’utilizzo sia di fatture inerenti false lavorazioni esterne, per le quali la società chiedeva ai soggetti compiacenti il rilascio di blocchettari non compilati (su cui gli stessi apponevano unicamente la firma e il timbro  ed era cura poi dei rappresentanti della società verificata, ultimarne la compilazione con il tipo di prestazione eseguita e i relativi importi - imponibile e iva ), sia di fatture inerenti l'acquisto di materiale di consumo da ditte che non avevano le capacità organizzative per poter far fronte alla cessione di una quantità così elevata di beni quali quelli ceduti.

L’attività ispettiva eseguita dalla fiamme gialle ha quindi permesso di far emergere un giro di fatture false per un ammontare complessivo pari ad 602mila euro, di elementi negativi di reddito non deducibili pari a 314mila euro e di un’Iva dovuta pari a 74.258 euro. Il rappresentante legale dell’azienda valsesiana è stato quindi denunciato alla Procura della Repubblica di Vercelli. Le ulteriori attività investigative svolte hanno inoltre portato alla scoperta di altre imprese totalmente sconosciute al fisco.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...