Notizia Oggi

Stampa Home
Finisce nei guai l'amministratore di un ristorante della Bassa vercellese

Festa da ballo non autorizzata: locale sotto sequestro

Trovate 200 persone a una festa con musica e ristoro, ma senza il nulla osta
Articolo pubblicato il 01-02-2016 alle ore 21:44:35
Festa da ballo non autorizzata: locale sotto sequestro 2
Foto d'archivio

Nella notte tra sabato e domenica la Polizia di Vercelli hanno messo sotto sequestro il ristorante bar denominato “Chalet lago di Salasco” sito nel comune di Salasco, trovato privo di una qualsiasi autorizzazione al pubblico spettacolo. Durante il controllo amministrativo si accertava la presenza all’interno della struttura adibita per l’occasione a locale da ballo mediante l’utilizzo di apposita strumentazione, consolle dj e impianto luci professionale, di oltre 200 persone, di età compresa tra i 18 ed i 25 anni, nel pieno di una serata danzante, usufruendo altresì di un servizio di somministrazione alimenti e bevande.

Veniva accertato inoltre che l’ingresso avveniva con due distinte modalità, mediante l’acquisto in prevendita oppure con pagamento dell’ingresso in loco. L’evento risultava essere organizzato da una associazione denominata “One shot group entertainment” che affittava la struttura per la serata in questione. La Polizia, vista la mancanza del titolo autorizzativo al pubblico spettacolo e visto il folto pubblico procedeva al sequestro preventivo della struttura utilizzata per la realizzazione della serata: inoltre venivano deferiti all’autorità giudiziaria per la violazione dell’articolo 681 del codice penale sia il presidente dell’associazione che l’amministratore unico della struttura.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...