Notizia Oggi

Stampa Home
Aziende

GALLERY: una festa con i dipendenti alla Vitale Barberis Canonico

Celebrati i risultati conseguiti in tutti questi anni
Articolo pubblicato il 14-09-2016 alle ore 07:11:34
Open day alla Vitale Barberis Canonico
Open day alla Vitale Barberis Canonico

Il lanificio Vitale Barberis Canonico, tra i più antichi al mondo con oltre 350 anni di storia e giunto alla tredicesima generazione familiare, ha celebrato sabato 10 settembre 2016 la sua grande famiglia in occasione dell’open day in azienda dedicato alle famiglie dei dipendenti e alla serata VBCNight aperta agli attuali lavoratori e ai pensionati del Lanificio.

Ogni giorno la grande famiglia Vitale Barberis Canonico, composta di 430 persone, grazie al proprio lavoro contribuisce a rendere l’azienda una tra le realtà più apprezzate nel mondo per la produzione di tessuti per l’abbigliamento classico maschile di qualità, 100% Made in Italy.

La giornata di festa è iniziata nel pomeriggio di sabato 10 settembre 2016 con l’open day dedicato ai dipendenti e alle loro famiglie: tutti i reparti dell’azienda erano visitabili e sono stati organizzati circa 600 tour guidati per offrire ai visitatori un viaggio attraverso le fasi di lavorazione della lana e le innovazioni tecnologiche che hanno cambiato e che continuano a cambiare ogni anno il volto del lanificio. In serata, dalle ore 19, si è dato spazio alla VBCNight: aperitivo, cena di gala in una location a sorpresa all’interno dell’azienda e party a seguire. Gli invitati presenti  erano tutti i dipendenti attuali del Lanificio e coloro che in passato hanno lavorato in Vitale Barberis Canonico e che oggi sono in pensione.

Durante la cena, l’amministratore delegato Alessandro Barberis Canonico ha tenuto un discorso nel quale si è congratulato con tutti i colleghi di oggi e di ieri per il risultato degli ultimi anni. “[…] Un risultato ottenuto attraverso, il duro lavoro, i piccoli passi, il miglioramento continuo di tutti e la costante ricerca della qualità più elevata in ogni singolo dettaglio. Sono i piccoli passi che questa grande squadra fa all’unisono, in ogni reparto dell’azienda, giorno per giorno, mettendo sapienza e professionalità, capacità che portano a trasformare la lana, attraverso chi, e mi rivolgo a ciascuno di voi, si occupa della tintura, della filatura, della ritorcitura, dell’orditura, della tessitura e del finissaggio, creando un tessuto vivo, elegante, ricercato ed estremamente attuale. Questa è la costante passione che ci ha permesso di uscire dalla crisi e crescere, tutti assieme. Questa giornata ha una valore importante per la Vitale Barberis Canonico, per coloro che vi lavorano e per coloro che vi hanno lavorato. Il mondo cambia, l’azienda cambia, ma i valori con cui siamo nati e che tuttora, oggi  condividiamo verranno portati avanti per il futuro. Abbiamo quindi di fronte a noi nuove idee, nuovi progetti e nuove sfide da realizzare, e sono sicuro che tutti assieme ci ritroveremo, fra 5 anni, qui a Pratrivero, per raccontarci con orgoglio quello che abbiamo fatto”. Da sempre dipendenti e collaboratori rappresentano un valore assoluto per il lanificio Vitale Barberis Canonico”, così recita il codice etico dell’azienda. Responsabilità significa impegno e cura verso le persone, i propri collaboratori e verso l’ambiente. Vitale Barberis Canonico, sinonimo di italianità, eccellenza e tradizione, da sempre investe fortemente per ridurre l'impatto della propria attività. Le persone sono il miglior tessuto al mondo e il pianeta, la linfa vitale che ci permette ogni giorno di tessere le trame del nostro lavoro.

Open day alla Vitale Barberis Canonico
Open day alla Vitale Barberis Canonico
Open day alla Vitale Barberis Canonico
Open day alla Vitale Barberis Canonico

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...