Notizia Oggi

Stampa Home

GALLERY: la notte d'amore dei rospi al lago di Sant'Agostino

Un fenomeno naturale che continua ad affascinare
Articolo pubblicato il 20-03-2016 alle ore 08:02:09
GALLERY: la notte d'amore dei rospi al lago di Sant'Agostino 3
La notte d'amore dei rospi

Anche quest'anno i rospi hanni rispettato la tradizione dell'accoppiamento nel laghetto di Sant'Agostino, nella zona di Roccapietra. Una tradizione che ogni anno attira anche parecchi curiosi, affascinati da quello che appare quasi un rituale, anche se si tratta solo di uno dei tanti eventi scanditi dal ritmo della natura. Venerdì sera un gruppo si è ritrovato al salone Sterna di Quarona e poi si è incamminato verso il laghetto. 

Scopo dell'uscita era appunto osservare l'accoppiamento dei rospi che nel periodo pasquale si radunano per quello che veniva chiamato "sabba dei rospi" (secondo la tradizione il culmine del fenomeno avviene nella domenica delle Palme). A fare da guida Mario Soster, botanico ed esperto anche di fauna, e Alessandro Orsi in qualità di storico che ha esposto notizie sul castello di Arian e fatti accaduti nella zona. 

In circa tre ore di visita, i partecipanti hanno potuto vedere "dal vivo" la notte d'amore di questi anfibi. Si è parlato anche del sabba delle streghe che secondo la leggenda avveniva presso al Saas di Strij in analogia con sabba dei Rospi: si racconta che le streghe si servissero anche dei rospi per commettere i loro malefici. In realtà, è solo la natura che tramanda la vita nel corso delle sue stagioni.

(clicca su una foto qui sotto per guardare la gallery - servizio di Giulia Masseroni)

GALLERY: la notte d'amore dei rospi al lago di Sant'Agostino 4
GALLERY: la notte d'amore dei rospi al lago di Sant'Agostino 5
GALLERY: la notte d'amore dei rospi al lago di Sant'Agostino 6
GALLERY: la notte d'amore dei rospi al lago di Sant'Agostino 7
GALLERY: la notte d'amore dei rospi al lago di Sant'Agostino 8

Attualità

Cronaca

Politica

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...