Notizia Oggi

Stampa Home

Gattinara, centro per disabili nella ex sede della Croce rossa

Scartata l’ipotesi di ricavare nuove aule per l’istituto alberghiero, gli spazi non saranno nemmeno assegnati alle associazioni
Articolo pubblicato il 04-09-2017 alle ore 12:15:08
Gattinara, centro per disabili nella ex sede della Croce rossa 1
Gattinara, centro per disabili nella ex sede della Croce rossa 1

Una struttura per disabili a Gattinara nella ex sede della Croce rossa. E’ questo il progetto che si trova sulla scrivania del sindaco Daniele Baglione per dare una nuova destinazione d’uso ai locali e all’ampia autorimessa da decenni occupati dalla Croce rossa, in piazza Molino, oltre agli spazi lasciati liberi dal gruppo Antincendi boschivi, che pure aveva sede al Molino e che ora si è trasferito nel polo di protezione civile, all’ex centro commerciale Coop, in corso Vercelli.

Scartata l’ipotesi di utilizzare i locali per ricavare nuove aule per l’istituto alberghiero “Mario Soldati”, ogni anno alle prese con un boom di iscrizioni e alla costante ricerca di nuovi spazi (grazie a uno studio di fattibilità si è scoperto che all’interno si sarebbero potute ricavare non più di tre aule), il Comune di Gattinara ha deciso di non mettere “sul mercato” i locali di piazza Molino, e promuovere invece un centro per disabili. «Per il futuro dell’ex sede della Cri stiamo valutando un progetto in ambito sociale rivolto in particolare al mondo dei disabili - dice il sindaco -; in queste settimane stiamo definendo il modo operativo. E’ uno stabile da usare in modo intelligente, perché offre molte opportunità».

Respinta da subito l’idea di frazionare l’autorimessa della Cri e la sede al primo piano in tante piccole stanzette da adibire ad associazioni che anelano a un ufficio soltanto per avere un recapito e un luogo dove ritirare i documenti sociali, come avvenuto al primo piano del centro sociale di corso Cavour dove sono stati ricavati vari uffici per alcuni gruppi. «In piazza Molino abbiamo una struttura ampia che va utilizzata in modo efficace - spiega Baglione - e non vogliamo perdere questa opportunità». A quanto pare in municipio già da qualche mese si sta lavorando a un progetto che coinvolga i disabili, approfittando soprattutto della parte al piano terra dello stabile comunale, dove un tempo venivano ritirate le ambulanze, che offre grandi spazi e senza barriere architettoniche.

Il progetto c’è, ma al momento è fermo. Da alcuni mesi in municipio si parla di questa iniziativa, ma le priorità sono sempre state altre e più impellenti: «A breve riprenderemo in mano questo discorso - spiega il primo cittadino - perché si tratta di un progetto sociale molto importante per Gattinara e per tutto il circondario».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...