Notizia Oggi

Stampa Home

Gattinara ricorda ''Fabione'', angelo custode del Globe Trotter

Colpito da un malore, si è spento a soli 50 anni
Articolo pubblicato il 12-01-2017 alle ore 12:46:55
Gattinara ricorda ''Fabione'', angelo custode del Globe Trotter 2
Fabio Simari, l’addetto alla sicurezza del Globe Trotter, stroncato da un infarto a soli 50 anni

Si è spento a soli 50 anni, vittima di un malore improvviso che non gli ha lasciato scampo: il cordoglio per la scomparsa di Fabio Simari, di Oleggio, è arrivato fino in Valsesia, dove l’uomo era molto conosciuto per il suo lavoro di addetto alla sicurezza. Aveva infatti lavorato per oltre otto anni al locale gattinarese “Globe trotter”, dove lo staff lo ricorda con affetto: «Amico e membro immancabile della famiglia del Globe trotter – lo definiscono – sempre presente e disponibile, non ha mai fatto mancare professionalità e soprattutto umanità a un lavoro tanto difficile». I colleghi ricordano anche il suo carattere scherzoso: «Lo ricorderemo sempre, oltre che per il suo ruolo, per i fine serata passati a ridere e scherzare delle cose successe in serata, per la sua grande passione per i motori e per il grande cuore che ci ha sempre saputo mostrare».
E il loro ultimo saluto è semplice e affettuoso: «Buon viaggio, Fabione». Tanti gli utenti che hanno affidato ai social network il loro ultimo saluto: «Ciao grande uomo dal cuore tenerissimo – gli scrivono sul gruppo Facebook del paese – ci mancherai». «Tante, tante risate: ecco il ricordo più bello che ho di te» le fa eco una concittadina. «Era un ragazzo forte e generoso – lo ricorda un altro oleggese – con un gran temperamento». «Io ho perso un grande amico – osserva con dolore un quarto – ma il mondo ha perso una delle poche persone che per tutta la vita hanno difeso i propri ideali con fermezza e onore».
Tanti anche gli amici che hanno espresso la loro vicinanza alla famiglia colpita dal lutto, invitando la comunità a sostenerla.

In Valsesia, sono molti i frequentatori del Globe trotter che l’hanno ricordato insieme ai gestori sulla pagina Facebook del locale: «Che Dio accolga la tua anima come ai grandi guerrieri è destinato» auspica un collega. «Una persona fantastica, un grande uomo» lo ricorda un secondo utente. «Quante chiacchierate abbiamo fatto…» rammenta un terzo. Di fronte alla mole di ricordi, qualcuno osserva: «Gigante buono, guarda
quanto sei conosciuto…».

Per tutti, valsesiani e suoi compaesani, semplici conoscenti e amici, c’è stata fino all’ultimo la speranza che si trattasse di un errore, increduli di fronte all’idea che “Big Fabio” non ci fosse più.

Simari se n’è andato mercoledì mattina, poco prima di iniziare il suo turno nell’azienda di Borgomanero dove lavorava, stroncato da un infarto. Le manovre di soccorso degli operatori del 118, purtroppo, si sono rivelate inutili. L’uomo ha lasciato i genitori, un fratello, una sorella e la compagna. Le esequie sono state celebrate sabato e la salma riposa ora nel cimitero di Oleggio.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...