Notizia Oggi

Stampa Home

Ghemme: chiesa gremita per Pietro Franco, morto a 58 anni

L'uomo è deceduto sabato scorso a Borgosesia
Articolo pubblicato il 20-08-2016 alle ore 14:35:57
Ghemme: chiesa gremita per Pietro Franco, morto a 58 anni 3
L'uomo si è accasciato a terra in via Vittorio Veneto, a Borgosesia

Pietro Franco non era abituato a mettersi in mostra. Ma era riuscito comunque a farsi volere molto bene a Ghemme. Mercoledì l’intero paese ha reso omaggio alla salma dell’uomo, morto sabato a Borgosesia all’età di 58 anni a causa di un infarto fulminante che l’ha colpito appena sceso dalla macchina, mentre stava andando con la moglie a trovare la suocera. In occasione del funerale partito dalla sua abitazione di via Verdi, la chiesa parrocchiale era gremita.

Franco, originario del Salernitano, era titolare di un concessionario d’auto sulla circonvallazione. Un’attività iniziata nel 1978, a cui l’uomo si dedicava anima e corpo: «Era il motore dell’azienda - lo ricorda il fratello Francesco -, che del resto aveva creato lui quasi 40 anni fa. Era una persona tranquilla, riservata, ma sempre molto attiva. Bisognava quasi litigare per tenerlo fermo, sapeva fare di tutto, anche il muratore e il giardiniere. E proprio nell'orto, poco prima di morire, aveva tagliato l’erba, lasciando tutto in perfetto ordine. Anche a livello professionale ha sempre puntato sulla qualità e sulla soddisfazione del cliente».

Franco, oltre al fratello Francesco, lascia la mamma Elisabetta, la moglie Celeste, il figlio Pasquale, la nuora Stefania e la nipotina Agnese: «Lei - riprende Francesco - era la passione della sua vita e Pietro non stava più nella pelle sapendo che a ottobre sarebbe nato il secondo nipotino e che si sarebbe chiamato Pietro, proprio come lui». In paese l’uomo è stato ricordato con le partecipazioni anche dagli amici del ''Primavera cafè'', dai coetanei della classe 1958 e dall’associazione turistica Pro loco, di cui il fratello Francesco, organizzatore tra l’altro del Christmas Festival, è socio del consiglio direttivo.

L’uomo, la cui salma è stata tumulata nel cimitero di Ghemme, qualche anno fa aveva subito un intervento al cuore, da cui si era però ripreso bene. Alcuni famigliari nei giorni scorsi lo attendevano nella casa di Paestum per la villeggiatura estiva, ma sabato il destino ha bussato alla porta di Franco, che dopo aver parcheggiato l’auto in via Vittorio Veneto a Borgosesia si accasciato a terra. Vani i soccorsi prestati da alcuni passanti e l’intervento dell’ambulanza medicalizzata del 118 giunta sul posto dopo l’accaduto.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...