Notizia Oggi

Stampa Home

Ghemme, un centro giovanile nella ex serra del giardino Gianoli

L’intera operazione è a costo zero
Articolo pubblicato il 24-03-2017 alle ore 09:16:34
Ghemme, un centro giovanile nella ex serra del giardino Gianoli 2
L’ex serra del giardino Gianoli di Ghemme diventerà un centro giovanile

Mesi fa alcuni ragazzini avevano rotto i vetri e imbrattato i muri. Nelle prossime settimane l’ex serra del giardino Gianoli di Ghemme diventerà un centro giovanile. La convenzione tra il Ciss, il Consorzio socio-assistenziale, e l’amministrazione comunale è stata firmata nei giorni scorsi. Ci sarà sicuramente un’inaugurazione ufficiale della struttura, che poi aprirà i battenti, inizialmente per un paio di giorni alla settimana, anche se l’obiettivo è quello di farla funzionare più spesso. Ma questo dipenderà da quanti ragazzi inizieranno a frequentarla.

In realtà un assaggio di centro giovanile ci sarà già domani pomeriggio, sabato, quando in piazza Castello i giovani del paese si ritroveranno dalle 15 per cimentarsi in esibizioni di basket, skate, giochi di ruolo, hip hop e writing. Ospiti d’onore del pomeriggio saranno le Wildcats di Gattinara, campionesse di cheerleading. Un modo per dare sfogo alla fantasia e al talento, sotto la guida di alcuni volontari che si sono messi gratuitamente a disposizione dei ragazzi. A coordinare le attività, anche del nascente centro giovanile, sarà Sebastiano Guida, educatore territoriale del Ciss. «L’idea nasce dalla volontà di trasformare il disagio sociale, la voglia di sfasciare tutto, in un’energia positiva e incanalata nella giusta direzione - spiega Guida - . Il nostro obiettivo è quello di educare alla legalità positiva, per far capire ai giovani che sedersi intorno a un tavolo per fare proposte è più costruttivo che arrabbiarsi col mondo intero».

Al Gianoli, una volta che il centro giovanile sarà attivato, saranno organizzati laboratori, aperti a giovani e adulti e si potranno proporre eventi in grado di coinvolgere tutto il paese. «L’intera operazione è a costo zero - riprende Guida - , i locali ci vengono messi a disposizione gratuitamente dal Comune e in cambio noi terremo pulito il parco. Naturalmente non vogliamo chiuderci dentro uno spazio, ma continueremo a proporre anche attività di strada. Vogliamo coinvolgere il maggior numero di ragazzi possibili, ma anche sensibilizzare i ghemmesi sull’importanza di questa iniziativa». E anche un Gianoli non più deserto nelle ore serali, come lo è diventato dopo l’allontanamento del laboratorio di ceramica, potrà contribuire a tenere lontani i vandali.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...