Notizia Oggi

Stampa Home

Gianna Platini confermata presidente degli ''Amici della casa di riposo''

E' al terzo mandato
Articolo pubblicato il 09-10-2016 alle ore 20:47:54
Gianna Platini confermata presidente degli ''Amici della casa di riposo'' 2
Gianna Platini confermata presidente degli ''Amici della casa di riposo'' 2

Per il terzo mandato consecutivo, per un totale di sei anni, Gianna Platini è ancora la presidente dell’associazione di volontariato “Amici della casa di riposo” di Romagnano (da non confondere con la Fondazione Ottavio Trinchieri, che gestisce invece propriamente la casa di riposo ed è presieduta da Luca Caratti).


Romagnanese, classe 1944, la presidente può contare su un gruppo composto da una trentina di volontari che si occupano di varie attività all’interno della struttura, affiancando il personale professionista: «Ogni mese o due organizziamo le feste di compleanno per gli ospiti – racconta Platini –. In estate li portiamo a passeggio, poi possono fare lavoretti per Natale, per Pasqua o in occasione delle vendemmie. Insomma, si fa un po’ di attività per mantenere viva l’atmosfera».


L’esperienza di volontariato di Platini in casa di riposo è partita molti anni fa: era l’inizio degli anni Duemila quando l’allora presidente, a causa di un’indisposizione della segretaria, chiese a Platini di aiutarlo con le pratiche d’ufficio. E lei, oltre al lavoro in ambito amministrativo, non disdegnò di dare una mano anche con altri lavoretti più pratici, come stirare. «Fare volontariato per me significa rendersi utile – spiega –. Anche in pensione, non volevo stare a casa tutto il giorno, ma sentivo il bisogno di fare qualcosa per gli altri».

E spesso venire a contatto con le persone in difficoltà riserva piccole, piacevoli sorprese: «È incredibile vedere, durante le feste nella struttura, persone anziane che sembravano non riuscire più a esprimersi che, sentendo le vecchie canzoni, si uniscono al nostro canto – osserva –. A volte si pensa magari che una persona non sia più in grado di capire, invece bisogna solo trovare un modo perché si possa esprimere. È importante non lasciarli soli: è sufficiente qualcuno che faccia loro compagnia, che racconti loro cosa succede in paese o altre piccole cose».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...