Notizia Oggi

Stampa Home

Gilda canta nella sua Masserano: nel 1975 aveva vinto Sanremo

Lo spettacolo organizzato durante la festa dedicata alle orchidee
Articolo pubblicato il 22-06-2017 alle ore 09:15:46
Gilda canta nella sua Masserano: nel 1975 aveva vinto Sanremo 1
Gilda canta nella sua Masserano: nel 1975 aveva vinto Sanremo 1

Gilda Scalabrino conquista Masserano alle "Orchidee del Principato". L’appuntamento andato in scena la scorsa settimana ha avuto una sorpresa: Gilda Scalabrino è salita sul palco cantando le sue canzoni. E c’è chi si è presentato anche con il disco storico della cantante per un autografo o anche solo per una foto ricordo. «La vincitrice del festival di Sanremo edizione 1975, si è esibita in un repertorio vintage, risvegliando grandi emozioni nei cuori dei nostalgici della bella musica, e del bel canto - spiegano dalla Pro loco -! Oltre alla bellissima e ben nota "Ragazza del sud", applauditissima, Gilda ha chiuso la serata con "Mattinata" molto apprezzata dai presenti».

Rosangela Scalabrino, questo il suo nome, iniziò a 14 anni a esibirsi nelle feste di paese, grazie ad alcuni concittadini ebbe l'opportunità di farsi conoscere anche fuori dall'ambito locale. Scoperta da Mina debuttò nel 1969 con "Nu ferru de calzetta". Nel 1975 inviò alla commissione del Festival di San Remo il brano "Ragazza del sud" con il quale vinse. Da lì seguì il primo albun "Bolle di sapone". Gilda incise in seguito altri dischi e partecipò ad alcuni eventi musicali. Alla fine preferì la famiglia alla carriera dedicandosi anche alla gestione di un albergo a Torino, città dove andò a vivere. Diverse le sue esibizioni negli anni ottanta. Nel 2013, con altri artisti, ha contribuito alla realizzazione di un album, Omaggio a Umberto Bindi, realizzato e distribuito da “La voce delle donne”, riproponendo il brano il brano “Arrivederci”.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...