Notizia Oggi

Stampa Home
Indagine della Regione

Gli alberi monumentali dimenticati in Valsesia

I fusti non compaiono più nell'elenco regionale
Articolo pubblicato il 06-02-2016 alle ore 12:36:15
Alberi monumentali dimenticati
Alberi monumentali dimenticati

Sono 82 localizzati in 48 Comuni ma tra i “giganti verdi”, schedati dalla Regione Piemonte nel censimento degli alberi monumentali, non figura nemmeno un esemplare valsesiano e valsesserino. Non è chiaro se siano stati dimenticati nella fase di ricognizione o se siano stati estromessi in sede di inventario: sta di fatto che del larice di Rima San Giuseppe, del castagno di Sostegno o del tiglio di Villa del Bosco (solo per citare i più noti) proprio non c’è traccia. Unico esemplare citato, in tutta la Provincia di Vercelli, il tiglio di Crescentino. Eppure si tratta di alberi eccezionalmente vecchi, al centro di episodi storici o legati a vicende di uomini illustri, ai quali sarebbe doveroso riconoscere il carattere di monumentalità. «Probabile - dicono gli amministratori dei Comuni interessati - che l’invito a segnalare gli alberi monumentali arrivato dalla Regione sia passato inosservato, fagocitato da una serie infinita di comunicazioni di servizio che quotidianamente intasa la casella di posta elettronica dei nostri municipi...». Insomma, l'assenza dei nostri alberi potrebbe esserere dovuta solo a una dimenticanza cui gli amministratori cercheranno di porre rimedio quanto prima.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...