Notizia Oggi

Stampa Home

Gli alpaca di Reana portano a Trivero turisti da Usa e Israele

'Investiamo sulla qualità dell'azienda, sui prodotti biologici e sulla tranquillità dei nostri ospiti'
Articolo pubblicato il 17-10-2016 alle ore 12:40:26
Gli alpaca di Reana portano a Trivero turisti da Usa e Israele 2
Reana Regis con alcuni capi portati alla prima rassegna internazionale per lama e alpaca tenutasi a Malcesine, sul lago di Garda

Arrivano da Israele, Seattle e dalla Germania richiamati dagli alpaca dell'agriturismo “Il pascolo” di Reana Regis. Unica nel Triverese, la struttura situata nel cuore della Brughiera è stata premiata con il marchio “Ospitalità italiana” 2016, riconoscimento che annualmente viene assegnato alle migliori strutture ricettive e di ristorazione. La consegna è avvenuta la scorsa settimana alla Camera di Commercio di Biella.

«Ho inseguito questo premio di qualità investendo sull’azienda - spiega Reana Regis -. L’obiettivo? Crescere, farsi conoscere e migliorare continuamente. In fondo questa è anche casa mia, non solo un’impresa». L’attività lanciata alcuni anni fa recuperando un antico casolare nella zona verde della Brughiera ha saputo farsi apprezzare soprattutto tra gli stranieri, sono loro i maggiori ospiti della struttura che offre anche un soggiorno grazie a diverse camere. «La scorsa settimana sono arrivati alcuni clienti da Seattle e da Israele. Ma ci sono anche molti che arrivano dalla Germania e dalla Svizzera. Il motivo? Sono incuriositi dalla presenza degli alpaca, gli animali che allevo da quando ho aperto».

Pochi invece gli italiani. «Chi sale a “Il pascolo” apprezza soprattutto la tranquillità, gli italiani cercano di più il movimento». Tutto merito di Internet. «Riceviamo mail un po’ da tutto il mondo. C’è chi cerca la tranquillità e chi vuole approfondire la conoscenza degli alpaca che qui hanno trovato l’ambiente ideale. Come struttura poi puntiamo molto sul biologico».

Reana Regis ha portato alcuni esemplari di alpaca direttamente dal Sud America, il loro habitat naturale sono le montagne del Perù e della Bolivia. Ma hanno saputo adattarsi anche al fresco della Brughiera. In effetti “Il pascolo” è un incantevole luogo dove il tempo sembra essersi fermato. Gli alpaca cresciuti sui prati della Brughiera nell’allevamento “Il pascolo” tra l’altro portano a casa importanti riconoscimenti internazionali. Quest’anno a Malcesine, sul lago di Garda, si è tenuto a inizio ottobre il primo show internazionale per lama ed alpaca.
«Ho partecipato ed ho ottenuto dei riconoscimenti importanti, arrivati dopo cinque anni di duro lavoro, di selezione animali, crescita professionale e a livello di allevamento - spiega ancora Reana Regis -. Ad oggi credo di essere il primo allevamento di alpaca in italia, con una media di carico animali tra i 60 e 85 capi. La quasi totalità è costituita da animali di altissima qualità provenienti da ogni angolo del mondo: Australia, Nuova Zelanda, Perù, Cile, Belgio, Francia, Germania. Questi riconoscimenti mi premiano per il lavoro svolto, e per aver ottenuto delle qualità di fibra eccezionali. Considerando che le mie radici sono biellesi, e pertanto da sempre vicino al mondo del tessile e dell’abbigliamento, allevare alpaca con fibra finissima, densa, morbida, e con splendido crimp è senza dubbio una ulteriore soddisfazione personale».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...