Notizia Oggi

Stampa Home

Gli alpini valsesiani per i terremotati: tre cene con chef

Solidarietà a base di menu raffinati
Articolo pubblicato il 10-11-2016 alle ore 09:08:15
Gli alpini valsesiani per i terremotati: tre cene con chef 3
Gli alpini valsesiani impegnati in un'altra iniziativa di solidarietà

La sezione Valsesiana degli alpini sempre più attiva nel campo della solidarietà verso le popolazioni del centro Italia colpite dal terremoto. Stavolta ha organizzato tre cene con altrettanti rinomati chef per raccogliere fondi. Il primo appuntamento è in calendario stasera, giovedì 10 novembre, e al menù penserà il ristorante dei ''Pescatori'' di Piode. Il prossimo giovedì, 17 novembre, sarà la volta del ristorante “La barrique” di Guardabosone, mentre mercoledì 23 novembre ai fornelli ci sarà lo chef del ristornate “Pinocchio” di Borgomanero. Il costo delle cene è di 25 euro a persona e per le prenotazioni è possibile contattare i numeri di telefono 347.7426.737 (Mora), 328.4240. 194 (Vietti) oppure lo 0163.51788 (la sede della sezione, aperta il mercoledì e venerdì).


Gli chef dei tre ristoranti che hanno aderito all’iniziativa delle penne nere daranno il loro contributo cucinando gratis; il ricavato delle serate sarà pertanto interamente devoluto alle popolazioni colpite dal sisma. Le cene avranno inizio alle 20 e prevedono tre menù raffinati, sicuramente capaci di accontentare i gusti di tutti i presenti: stasera, tanto per cominciare, nella “Casa degli alpini” verranno serviti ai commensali flan di toma, porri e patate su fonduta di Maccagno, filetti di trota in agrodolce, riso tricolore (parmigiano, spinaci, pomodoro), stracotto di manzo all’olio con patate, gelato alla crema con ratafià, acqua e vino.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...