Notizia Oggi

Stampa Home

Gli atleti ''Gym & cheer'' primi italiani alle gare europee

Un record mantenuto dalla “Gym & Cheer” negli ultimi cinque anni
Articolo pubblicato il 04-07-2017 alle ore 09:02:52
Gli atleti ''Gym & cheer'' primi italiani alle gare europee 1
Gli atleti ''Gym & cheer'' primi italiani alle gare europee 1

La "Gym&Cheer" di Prato Sesia vola al Campionato Europeo di cheerleading confermandosi migliore in classifica fra le squadre italiane.  Grazie alle vittorie nel campionato italiano, la società ha potuto portare agli Europei di Praga tre squadre: i “Wildcats superior”, punta di diamante della società, con 19 atleti, per la categoria “Cheerleading L6”, i “Golden Leopard” per la categoria Junior Freestyle Pom, con 16 atleti di età compresa tra gli 11 e i 15 anni, e i “Wildcats future” per la categoria “Coed Junior”, con 18 atleti della stessa fascia di età.

Alla competizione, in rappresentanza di una diversa federazione, hanno partecipato altre tre squadre italiane, provenienti dalla vicina Alba, dal Veneto e dalla Sicilia. Il miglior risultato l’hanno conseguito i “Leopard”, con un ottavo posto su 25 nella categoria Junior Freestyle Pom Teams. Un posizionamento che per Donato Zanolo, presidente della società, mostra anche il buon livello raggiunto dai felini nel settore del cheerdance, oltre che nel cheerleading. Il primo posto di categoria è andato a una squadra finlandese, mentre gli altri italiani in gara, i “Shining Souls”, si sono fermati alla 14° posizione. Noni su 19, invece, i “Wildcats Future”, che hanno gareggiato nella categoria Junior Coed Elite. Il primo posto è andato a una squadra tedesca, mentre la squadra italiana dei “Young titans” li ha seguiti da vicino con il decimo posto.

«La squadra Wildcats future rientra nella categoria Coed, cioè con atleti di entrambi i sessi – spiega il presidente Zanolo – noi abbiamo compiuto un certo “azzardo”: la nostra squadra, infatti, contava solo un atleta maschio, a differenza di altre squadre in cui la componente maschile era maggiore. Ma questa è la nostra squadra e abbiamo voluto presentarla così». Nono posto anche per i “Wildcats Superior”, fra le 14 squadre della categoria Senior Coed Premier. L’oro è andato a una squadra slovena, mentre gli altri italiani “Gemini Lions” si sono posizionati dodicesimi. Un altro buon risultato che si va a sommare agli eccezionali traguardi dei “Gatti selvatici”, con cinque titoli italiani e due europei all’attivo, e che arriva malgrado una delle componenti, l’atleta Silvia Zanolo, già capitano della nazionale, abbia dovuto fare i conti con un brutto infortunio a una caviglia avvenuto otto giorni prima delle gare. «I Wildcats Superior – osserva con orgoglio il presidente – mantengono il loro record: in questi cinque anni non sono mai stati preceduti da altre squadre italiane in classifica».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...