Notizia Oggi

Stampa Home

Gli scout di Gattinara si fanno conoscere nelle scuole

Con la cerimonia dei passaggi si è chiusa un’estate ricca di eventi
Articolo pubblicato il 11-10-2016 alle ore 16:08:17
Gli scout di Gattinara si fanno conoscere nelle scuole  2
Gli scout di Gattinara sono una settantina

Gli scout di Gattinara archiviano l’estate e si presentano nelle scuole. Le attività autunnali del Gruppo sono partite nei giorni scorsi alle elementari di Gattinara, Lozzolo e Roasio, dove ai bambini sono stati proposti alcuni giochi. «A scuola ci andiamo per portare i più giovani a conoscenza del nostro mondo – spiega Luisa Bonzano, capo Gruppo femminile –; altrettanto faremo con gli studenti delle medie del circondario, mentre a livello provinciale (Biella e Vercelli), Gattinara sta concorrendo con gli altri otto Gruppi per l’assegnazione e la realizzazione di un’impresa».

Intanto per gli scout è anche tempo di bilanci. Con la cerimonia dei passaggi, che si è svolta sulle alture sopra San Bernardo, si è chiusa un’estate ricca di eventi. Alcuni dei ragazzi più piccoli, tra i Lupetti e le Lupette, nei mesi scorsi hanno dunque percorso l’ultimo tratto della loro esperienza educativa nel Branco. Il luogo di vacanza dove hanno giocato e vissuto momenti di riflessione e preghiera con stage di tecniche manuali e tornei sportivi è stato Bagneri, a Muzzano. «Lì si è creata proprio una bella atmosfera, vivacizzata dalla bellezza dell’ambiente di montagna circostante», commenta Bonzano. Ormai grandicelli, sono quindi stati accolti nel Reparto Guide ed Esploratori.

Questi ultimi sono reduci invece dallo loro avventura di sopravvivenza tra i boschi della Valsesia, a Failungo di Pila. «Purtroppo è stata un’avventura segnata in parte dal maltempo, però lo spirito di comunità è sempre stato molto forte». A conclusione di questo percorso, gli adolescenti sono saliti al Noviziato e al Clan. La route estiva dei giovani gattinaresi che compongono l’ultima tappa del ciclo educativo del movimento scoutistico si è snodata lungo il cammino della Via Francigena da San Gimignano sino a piazza San Pietro, meta finale in onore del Giubileo straordinario della misericordia che terminerà il 20 novembre. «E’ stata un’esperienza entusiasmante, soprattutto per l’incontro con gli altri pellegrini».

Gli scout gattinaresi sono una settantina e la comunità Capi, oltre a Bonzano, è formata da Matteo Leonardi (capo Gruppo e capo Branco maschile), Iolanda Russo (capo Branco femminile), Daniela Garbarini (aiuto capo Branco), Floriano Barisoni (aiuto capo Branco), Valeria Noli (capo Reparto femminile), Francesco Ricaldone (capo Reparto maschile), Fabio Savini (aiuto capo Reparto), Giorgia Angelino (capo Clan femminile e responsabile del settore internazionale), Paolo Fila Pizzo (capo Clan maschile), Sara Di Canto (Maestra dei Novizi), Elisa Ticozzelli, Dario Vialetto e Franco Sandri.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...