Notizia Oggi

Stampa Home

Grignasco e la Valsesia in un nuovo cortometraggio

“Symphony for a dreamer” racconta l’Italia dei sognatori
Articolo pubblicato il 28-06-2016 alle ore 21:58:39
Grignasco e la Valsesia in un nuovo cortometraggio 3
Il team del cortometraggio

La vita, il lavoro, le eccellenze artigiane, le speranze della Valsesia sono tutte in “Symphony for a dreamer - L'Italia dei sognatori”, il nuovo progetto del grignaschese Raffaele Salvoldi. E' un video diretto dal genovese Alessio Rupalti e interpretato da Dario Penne, al quale ha lavorato il team “Wearedreamers”, un gruppo di giovani maestranze del cinema, con uno scopo comune: la valorizzazione del territorio della Valsesia grazie al cinema e all'audiovisivo, con l'intenzione di portare le grandi produzioni a “girare in valle”. Il team si è già fatto conoscere in passato con il cortometraggio “La quercia e la spada”, girato a Gattinara nel 2013, e il video "Il respiro della Valsesia", diventato virale sul web (su Facebook, oltre 20mila visualizzazioni in sole 2 settimane).


“Symphony for a dreamer” è stato presentato con successo al “Taormina film festival” e distribuito sul web da Rai Cinema. Da un paio di giorni è online il primo di cinque video, che introduce alle “Storie di sognatori”. Tutti i contenuti saranno pubblicati sul sito ufficiale di Rai Cinema, nella sezione “corti”.


«Il video trasmette un messaggio forte, che vuole offrire una nuova forza ai giovani e al loro futuro, offrendo loro speranza attraverso le testimonianze concrete di chi è stato in grado di fare della propria passione una professione, creando l’unicità e l’eccellenza – commenta Salvoldi ­. Sono orgoglioso del risultato ottenuto. L'idea era creare un prodotto di livello cinematografico, avendo però all'interno elementi reali, come artigiani e artisti presenti sul nostro territorio: queste eccellenze rappresentano il territorio in cui sono cresciuto, che amo e che non vorrei mai abbandonare; spesso non siamo a conoscenza del bello che ancora resiste, nonostante il difficile momento socio­economico, a volte a pochi metri dalla nostra porta di casa. Avere la collaborazione di Rai Cinema è stata la conferma di avere creato qualcosa di bello e necessario».


Per la realizzazione del progetto Salvoldi non è stato solo: «Ringrazio Alessio Rupalti, che ha reso possibile il successo di questo progetto e gli amministratori comunali di Grignasco e di Gattinara, che fin dal 2012 ci sostengono con disponibilità ed entusiasmo, il loro aiuto è per noi determinante. Infine ringrazio i miei collaboratori valsesiani: Manuel Maccarrone, Lorenzo Debernardi, Arianna Travostino, Alessandro Tonioni e Davide Margaria e tutti coloro che hanno partecipato al video, mostrando così di credere nel nostro progetto».
Nel corto compaiono diversi artigiani e artisti del territorio: Dino Damiani (scultore), Aldo Illotta (liutaio), Andrea Bossonotto e Silvia Accossato (ballerini e direttori della Extravagance dance school), Maria Olivero (cantautrice) e Alberto Marchini (delle Officine areonautiche March­ingegno).


«Mi hanno sempre definito un sognatore ­ aggiunge Rupalti ­. Il cinema stesso rappresenta il sogno più importante che mi accompagna da sempre. Io credo che nessuno possa vivere senza il proprio sogno personale: magari sarà anche difficile da realizzare, ma quanto sarebbe più difficile vivere senza? Non penso esista nessun incontro casuale nella vita: quello avvenuto tra me e Raffaele Salvoldi di “Wearedreamers” ha dato vita a questo progetto in cui credo molto e che spero possa avere il riscontro che merita».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti
  1. Perde la vita dopo lo schianto...

    Perde la vita dopo lo schianto... (letto 1 volte)

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...