Notizia Oggi

Stampa Home

Grignasco, pronto il calendario delle gite dell’Escai

Prima l'incontro con ragazzi e genitori
Articolo pubblicato il 15-01-2017 alle ore 18:20:43
Grignasco, pronto il calendario delle gite dell’Escai 2
Una passata uscita dell'Escai

L'Escai di Grignasco dedica le attività del 2017  al 150° anniversario del Cai di Varallo. La programmazione degli appuntamenti di quest'anno è stata definita sotto il titolo “150° Cai Varallo 1867-2017 – Escai Grignasco 1973-2017. Grazie di esserci, un grande traguardo da festeggiare insieme”.

Come sempre prima di partire con gite e trasferte, i responsabili del sodalizio (con a capo Gabriella Patriarca) incontreranno gli studenti e le loro famiglie, per presentare il programma dell'associazione e invogliare sempre più giovani a partecipare alle attività. Gli incontri con i ragazzi dell'istituto comprensivo saranno il 6, 13 e 20 febbraio, l'appuntamento con i genitori è invece fissato per il 4 marzo. 

Gite e uscite inizieranno a marzo: si parte il 12 con l'immancabile ciaspolata, che sarà ai Piani Alti di Scopa. Sarà organizzata per l'occasione un'iniziativa di sensibilizzazione con esercitazione-lezione del progetto nazionale “Sicuri con la neve”. Ad aprile, precisamente il 9, l'appuntamento è con l'arrampicata, in Valsesia a Pietra Groana. L'uscita di maggio è dedicata alla speleologia: si andrà nella grotta del buio e al mare di Finalborgo. Rafting protagonista a giugno, con una due giorni con pernottamento a Balmuccia che include anche la salita verso Pizzo Tracciora con i soci del Cai.

A luglio i giovani dell'Escai faranno da pubblico al concerto in quota all'alpe di Mera, anche in questo caso con pernottamento. L'uscita di settembre è dedicata al bird watching nella riserva naturale delle lame del Sesia. Si chiude a novembre, con la castagnata all'alpe Stofful e la pizzata che chiude la stagione.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...