Notizia Oggi

Stampa Home

Grignasco si arma di una ''fototrappola''

Previste sanzioni
Articolo pubblicato il 31-03-2017 alle ore 18:08:17
Grignasco si arma di una ''fototrappola'' 2
Foto d'archivio

Grignasco dichiara guerra agli incivili, a chi sporca e a chi fa vandalismi. A incastrare i cittadini "maleducati" sarà una fotototrappola. Si tratta di una telecamera mobile che verrà di tanto in tanto spostata in vari punti del paese per beccare i “furbetti” che non raccolgono le deiezioni dei cani, che gettano l’immondizia in discariche improvvisate o che mettono in atto vandalismi di vario genere. 

La presenza della telecamera, come previsto dalla legge, sarà segnalata da appositi cartelli, ma non verrà dato preavviso di dove sarà posizionata. «Con questa “fototrappola” ci auguriamo di arginare la maleducazione di alcuni cittadini, che non si fanno problemi a lasciare per strada i bisogni dei loro cani o a buttare i rifiuti dove non devono, per esempio lungo la Traversagna - dice il sindaco Roberto Beatrice -. L’obiettivo è di cogliere sul fatto chi si comporta in modo incivile, in modo che serva anche da esempio agli altri. Sapere che qualcuno ha preso una multa può servire da deterrente a comportarsi bene, se si vuole mantenere intatto il portafogli».


Il progetto nasce dalla collaborazione del Comune con il Consorzio del medio-novarese, poi è stato deciso di allargare l’ambito d’azione e non limitarlo ai rifiuti gettati in modo indiscriminato. «Per il momento sarà in funzione una fototrappola - dice ancora il primo cittadino - se vedremo che darà buoni frutti e funzionerà bene potremo anche pensare di dotarci di più telecamere mobili. Si tratta di apparecchi muniti di un sistema di registrazione interno e in caso di bisogno i filmati verranno visionati nell’ufficio dei vigili».


La fototrappola potrà essere posizionata a rotazione in vari angoli del paese: all’isola ecologica, nei pressi dei cestini stradali e nelle aree interessate da ripetuti abbandoni di rifiuti, come cimitero, posteggi pubblici, parchi e lungo il Sesia. Dotata di led a infrarossi completamente invisibili, le telecamere scattano foto ad alta definizione e girano video in HD. Una serratura protegge l’apparecchiatura, che si attiva solo al passaggio di persone, animali e veicoli. 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...