Notizia Oggi

Stampa Home

Grignasco, volata finale per i lavori all'area industriale

Il progetto è stato finanziato dal Cipe e da alcuni imprenditori
Articolo pubblicato il 21-08-2017 alle ore 09:11:04
Grignasco, volata finale per i lavori all'area industriale 3
Grignasco, area industriale

La messa in sicurezza dell’area industriale D1 di Grignasco, partita all’inizio dell’anno, si avvia alla conclusione. «Siamo a buon punto – spiega il sindaco Roberto Beatrice – il lotto A è già stato finito. Quello sul torrente Magiaiga, cofinanziato dagli imprenditori, è stato concluso a sua volta e ora stiamo ultimando il lotto B, che riguardava le terre armate. Entro la fine del mese dovrebbe essere finito, dopodiché a partire da settembre ci saranno i collaudi». Il Comune ha inoltre già affidato l’incarico a un geologo per la riqualificazione totale dell’area: la zona, in precedenza, aveva un vincolo legato al piano idrogeologico. Ora dovrebbe essere pronta a essere riqualificata come area industriale.

«Una volta conclusa anche questa operazione – dice ancora il sindaco – le aziende esistenti potranno ampliarsi, mentre nelle aree libere potranno insediarsi altre aziende». Occorrerà però qualche tempo affinché la riqualificazione dell’area diventi realtà: normalmente, si tratta di alcuni mesi, quindi si può ipotizzare che per la fine dell’anno l’area sarà effettivamente “sbloccata”. Il cambiamento sembra avere destato l’interesse nelle aziende: ci sono già state infatti alcune dimostrazioni di interesse per ampliamenti e per nuovi insediamenti. «E’ importante dare la possibilità alle aziende di ampliarsi – osserva Beatrice – perché possano rimanere sul territorio e magari con il tempo offrire anche più posti di lavoro. Sarebbe una buona cosa anche recepire altre attività in loco».

Il progetto è stato finanziato con fondi del Comitato Interministeriale per la programmazione economica (Cipe) e con un cofinanziamento da parte degli imprenditori per oltre 100mila euro. Il progetto ha avuto una storia piuttosto tortuosa: risale infatti al 1998. Le difficoltà nell’ottenimento dei finanziamenti hanno fatto slittare il tutto per molti anni, finché nel 2012 sono stati erogati i fondi. «Mi ero ripromesso già dalla mia candidatura di sbloccare quell’area – ricorda il sindaco – perché avrebbe potuto portare dei vantaggi al Comune. L’iter burocratico è stato lungo, ma ormai il grosso è stato fatto e siamo in fase di arrivo». Con i lavori, l'area si è ampliata di oltre 30mila metri quadrati.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...