Notizia Oggi

Stampa Home

Grignasco, gli alpini premiano la scuola media

Qualche giorno fa
Articolo pubblicato il 04-12-2017 alle ore 09:10:11
Grignasco, gli alpini premiano la scuola media 2
I partecipanti alla cerimonia nelle scuole medie di Grignasco

Una pergamena e un assegno di 200 euro è stato il premio assegnato alla scuola media di Grignasco come atto finale della seconda fase del concorso nazionale “Il Milite… non più ignoto” istituito nel 2015 e che si concluderà il prossimo anno. Alla presenza della dirigente scolastica Francesca Civello e del sindaco Roberto Beatrice, qualche giorno fa si è tenuta la cerimonia di premiazione delle due classi terze medie dello scorso anno scolastico seguite nel progetto dalla professoressa Daniela Savoini. A ritirare il premio una ventina di ex alunni (che ora frequentano le superiori), alla presenza del presidente sezionale Ana, Gianni Mora, di alcuni alpini del gruppo grignaschese, dei docenti e genitori dei ragazzi.

Il concorso nazionale “Il Milite… non più ignoto” è stato indetto dall’Associazione nazionale Alpini in collaborazione con il Ministero della difesa e divulgato sul territorio attraverso le varie sezioni degli alpini. Il progetto invitava docenti e studenti ad esplorare il tema del primo conflitto mondiale attraverso l’adozione di un monumento ai Caduti presente sul loro territorio. Un vero e proprio percorso di ricerca che ha assunto il sapore di un viaggio nel tempo: attraverso il recupero dei dati e delle informazioni dei nomi incisi sul monumento è stato man mano riportato alla luce dagli studenti il contesto umano, storico e culturale che ha caratterizzato quel periodo. Il concorso era rivolto alle scuole statali e paritarie primarie e secondarie di primo e secondo grado. Sul territorio valsesiano hanno aderito tre scuole: due classi delle medie che fanno capo al “Giovanni XXIII” di Grignasco e due scuole dell’istituto comprensivo di Gattinara.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...