Notizia Oggi

Stampa Home
Oggi a Vercelli la rabbia di Acli, Inca, Inas e Ital

I patronati protestano davanti all'Inps

I clienti rischiano di dover pagare per intero le pratiche che vengono istruite
Articolo pubblicato il 11-12-2015 alle ore 21:45:05
I patronati protestano davanti all'Inps 2
Foto d'archivio

Clamorosa protesta degli operatori dei patronati Acli, Inca Cgil, Inas Cisl e Ital Uil: oggi a Vercelli gli uffici sono stati tenuti chiusi, e gli utenti sono stati invitati a rivolgersi direttamente all'Inps per le loro pratiche. Tutto ciò per protestatre contro i nuovi tagli del Governo. Si è voluto dare una dimostrazione pratica dell'intasamento che si creerebbe all'Inps se i patronati dovessero chiudere i battenti, o se comunque non fossero più in grando di svolgere quel servizo che permette all'Inps di ritrovarsi con gran parte delle istanze pensionistiche e previdenziali già "confezionate" da questi uffici.

Oggi anche gli stessi dirigenti dei patronati si sono ritrovati nella sede Inps dove hanno spiegato le proprie ragioni agli utenti, illustrando i motivi della protesta, e poi hanno chiesto un confronto con il direttore dell’Istituto. Secondo i patronati, i tagli finiranno per costringere i patronati a far pagare le pratiche ai cittadini, oppure a limitare le proprie prestazioni.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...