Notizia Oggi

Stampa Home

I sindaci di Romagnano e Prato Sesia: «Fusione possibile»

Articolo pubblicato il 27-08-2017 alle ore 16:42:21
I sindaci di Romagnano e Prato Sesia: «Fusione possibile» 3
Il confine fra i due paesi

Una chiacchierata informale sul tema c’è stata. Ma, per il momento, Cristina Baraggioni e Luca Manuelli, sindaci rispettivamente di Romagnano e Prato Sesia, non si schierano ufficialmente sull’ipotesi di fusione dei due comuni. L’idea è nata da una lettera dello storico pratese Claudio Sagliaschi, che ha sottolineato i vantaggi che il provvedimento porterebbe con sé. «Avevo già accennato all’ipotesi a Baraggioni qualche tempo fa - ammette il primo cittadino di Prato Sesia - esponendole un’idea del tutto personale e senza aver consultato gli altri componenti della mia maggioranza. Indubbiamente in un momento in cui i Comuni sono molto penalizzati dai tagli di trasferimenti, i contributi straordinari di 10 anni elargiti dallo Stato alle amministrazioni che decidono per la fusione potrebbero fare molto comodo. Per questo credo che l’unione con Romagnano sia un’opportunità da valutare con attenzione. Ma per il momento non si è andati oltre quella chiacchierata del tutto informale».

«Con Manuelli abbiamo fatto un’analisi di quello che è il momento dei Comuni – dichiara il sindaco di Romagnano - ma nessun passo istituzionale è stato intrapreso verso un’eventuale fusione. Diciamo che è stata una chiacchierata da bar, nulla di più. L’aspetto da approfondire anche per me è quello degli eventuali finanziamenti straordinari. Se dovessero essere ingenti come sembra, la fusione potrebbe portare giovamento a entrambi i paesi».

L’ultima parola sulla fusione spetterebbe eventualmente ai cittadini, che sarebbero chiamati a partecipare a un referendum.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...