Notizia Oggi

Stampa Home

I vecchi amici vogliono rimettere in onda Radio Gattinara

In pista Roberto Lisi ed Ennio Marchetti
Articolo pubblicato il 25-09-2016 alle ore 18:29:14
I vecchi amici vogliono rimettere in onda Radio Gattinara 3
Roberto Lisi

Radio Gattinara vuole tornare a trasmettere, ma questa volta sfruttando Internet. Si tratta di una emittente attorno a cui, quarant’anni fa, un gruppo di amici si riuniva per trasmettere musica, notizie e curiosità. L'idea di farla rinascere arriva dalle stesse persone: e per molti dei collaboratori di allora sarà un tuffo nel passato, anche se non manca la voglia di sperimentare cose nuove.

«Il progetto sta nascendo - dice il coordinatore Roberto “Dodi” Lisi, disc jockey amante del rock and roll -, anche se dobbiamo ancora trovare una sede, organizzare il palinsesto e parlare con l’amministrazione comunale. Magari già nel nuovo anno inizieremo a rinverdire i fasti della nostra stazione».

Cuore pulsante della rinata Radio Gattinara sarà ovviamente la musica, ma i curatori stanno pensando anche ad altro. «Vorremmo dare spazio all’attualità, all’informazione e a qualche rubrica, con argomenti sia seri che divertenti, in grado ciascuna di creare un pubblico di ascoltatori. Centrale - per Lisi - dovrà essere l’elemento dell’internazionalità: la radio sarà un mezzo a disposizione dei gattinaresi che vivono all’ombra della torre e del cupolone, ma anche di quelli che, per lavoro o motivi personali, sono un po’ più lontani, sparsi nel mondo». 

Uno di questi è colui che nel 1976 fondò Radio Gattinara, Ennio Marchetti, trasferitosi da quasi vent’anni in Repubblica Dominicana, dove continua la sua attività di giornalista e scrittore: «Quando la radio nacque andò incontro a un successo clamoroso - racconta -; durò due anni e fu un meraviglioso momento di aggregazione, un continuo happening. Poi fui chiamato al servizio militare e quell’esperienza finì. A Gattinara però ci sono ancora molte persone che si ricordano di noi e ne parlano a figli e nipoti. Così, grazie alle nuove possibilità di Internet, è nata l’idea di farla risorgere».

La prima "vita" dell’emittente è lontana nel tempo, ma Marchetti, che nel 1996 ha dedicato a quell’esperienza il romanzo “Radio Crazy” (poi tradotto in spagnolo con titolo “Radio Loca”), se la ricorda bene: «Gli alpini ci permisero di piazzare le antenne nella loro casetta alla torre delle Castelle. Per il trasmettitore contattammo Roberto Lora di Portula, dopodiché potemmo diffondere sulla frequenza 104 MHz, non prima però di aver acquistato il materiale necessario e di aver stabilito la sede nella mia cameretta. Ben presto si formò la squadra: oltre a “Dodi” c’erano Annarita Donez, Floriano con il suo funky, Rezy, Fiorella, Rosolino, Roberto Paradiso, Graziano Giacometti e tanti altri. Una volta alla settimana veniva il parroco, e anche il sindaco Agazzone passava da noi. I dischi ce li dava Fantone di corso Valsesia in cambio della pubblicità, mentre il responsabile della testata giornalistica era Lorenzo Del Boca. Fu un periodo molto intenso».

Che ora Radio Gattinara vorrebbe rivivere. Per informazioni ci sono la pagina Facebook, il sito www.radiogattinara.blogspot.it e l’indirizzo radiogattinara@hotmail.com.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...