Notizia Oggi

Stampa Home

Il giudice sportivo dà ragione all'arbitro: dirigente del Grignasco inibito fino al 30 novembre

Petardi e fumogeni costano 100 euro di multa al Gattinara
Articolo pubblicato il 07-10-2016 alle ore 09:21:24
Il Grignasco punito dal giudice sportivo
Il Grignasco punito dal giudice sportivo

Quasi due mesi di squalifica. Questa la “punizione” decisa dal giudice sportivo per il dirigente del Grignasco Roberto Gilardini, inibito a svolgere ogni attività fino al 30 novembre. La motivazione dello stop si legge nell’ultimo comunicato: “comportamento gravemente e reiteratamente offensivo e minaccioso nei confronti dell'arbitro al termine della gara, continuato anche all'esterno dell'impianto sportivo, allorchè il direttore di gara si stava dirigendo alla propria autovettura”. Ma dopo il match contro il Casalino, perso per 2-0, sono arrivati anche provvedimenti per due giocatori, entrambi espulsi: due giornate di squalifica per Roberto Liotta, una per Lorenzo Martinelli. Omologato, invece, il risultato del match. La società rossonera ne aveva chiesto la ripetizione in una lettere di protesta contro il direttore di gara, che aveva arbitrato anche la prima partita di campionato facendo prendere alla società una multa di 25 euro. Ma le “rimostranze” per iscritto evidentemente non hanno commosso il giudice, mentre non c’è traccia di un vero e proprio reclamo.

Ma anche il tifo troppo colorito non piace a chi dirige il calcio. Il Gattinara infatti è stato multato di 100 euro perché durante la partita di domenica contro il Valduggia i suoi sostenitori “hanno introdotto materiale pirotecnico, facendo esplodere più volte petardi di notevole potenza ed accendendo fumogeni. Uno di questi, nel secondo tempo, veniva lanciato sul terreno di giuoco ed allontanato da un giocatore.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...