Notizia Oggi

Stampa Home
Lina Longhi andrà a Novara dopo dieci anni di servizio in Valsesia

Il giudice di pace: «A Varallo nessun fannullone»

Una lettera di saluto per ringraziare i collaboratori per tutto il lavoro svolto, anche oltre l'orario
Articolo pubblicato il 04-02-2016 alle ore 17:17:13
Il giudice di pace: «A Varallo nessun fannullone» 3
Seconda da destra, Lina Longhi

Dopo dieci anni, il giudice di pace di Varallo lascia il suo ufficio a Villa Babara. Dal 6 febbraio Lina Longhi sarà di ruolo nell’ufficio del giudice di pace di Novara. Ma a Varallo il servizio resta comunque attivo, come è sempre stato nell’ultimo anno, grazie a un giudice reggente. «Si parla tanto di “fannulloni” nella pubblica amministrazione - scrive Longhi nel suo messaggio di saluto - ma non si parla mai di persone come i miei collaboratori, persone che hanno sempre fatto molto di più del proprio dovere, che sono sempre state gentili e disponibili con tutti. Soprattutto con me. Io non sono e non sarò più la loro responsabile, ma spero di rimanere un’amica. Come ho sempre detto, noi siamo prima di tutto persone, a prescindere dai ruoli di ciascuno; abbiamo condiviso momenti felici e momenti tristi, questa è la vita, ecco perché rimarranno sempre nel mio cuore».

Dal giudice un sentito "grazie" dunque a tutte le persone che l'hanno aiutata in questo suo compito, e anche agli avvocati valsesiani, e non solo valsesiani, che Longhi ha avuto il privilegio di conoscere, «e che - aggiunge - mi hanno arricchita sia personalmente che professionalmente». Un saluto, infine, viene rivolto anche ai cittadini della Valsesia: «Avrò scontentato qualcuno di loro, questo è il Diritto: ma devono avere la certezza che ho sempre svolto le mie funzioni con massima serietà e in coscienza». 

Da ricordare che a Varallo, oggi si trattano annualmente 250 procedimenti civili e circa 100 procedimenti penali. Negli anni passati si è arrivati a far fronte fino a 700 procedimenti civili e 300 penali. Ma anche la giustizia risente della crisi: meno soldi, meno cause.

 

 
 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...