Notizia Oggi

Stampa Home

Il parroco di Grignasco: diffidate da chi vi chiede soldi a mio nome

Nei giorni scorsi
Articolo pubblicato il 07-11-2017 alle ore 19:05:38
 foto repertorio
foto repertorio

 Tentano di truffare le persone presentandosi con il nome del parroco. E’ accaduto nei giorni scorsi a Grignasco. Degli sconosciuti si sono presentati alla porta di alcuni residenti in paese, chiedendo un aiuto economico a nome del parroco che in realtà è all’oscuro di tutto. «Questa purtroppo non è la prima volta che qualcuno chiede offerte fingendo di essere stato mandato da me o cerca di farsi dare denaro in cambio di spugne o saponette - racconta don Enrico Marcioni -. In realtà io non incarico nessuno ovviamente: queste persone che dicono di essere mandate da me raccontano solo bugie».

Nei mesi scorsi si sono già verificati episodi simili. A febbraio ad esempio un uomo e una donna si erano presentati alla porta di alcuni grignaschesi chiedendo soldi per il parroco o per un ipotetico loro figlio che vive in una comunità di recupero. «Quando anche per i lavori in chiesa è capitato di passare a raccogliere fondi mi sono presentato in prima persona - prosegue il sacerdote -. In passato e in questi giorni di nuovo, qualcuno approfittando della fiducia che si ripone, cerca di truffare le persone inventando storie assurde».

E il parroco ha utilizzato anche Facebook, la nota piazza virtuale, per avvertire la popolazione dei malintenzionati. «Penso che sia utile utilizzare anche questo mezzo per avvisare le persone – coclude il sacerdote -. Il caso è stato anche messo alla luce della nostra rete interna ecclesiastica in maniera tale che tutti i parroci siano avvisati dei possibili casi di truffa e soprattutto delle modalità con cui agiscono i malviventi all’interno delle comunità».

Informato della situazione è anche il sindaco Roberto Beatrice che commenta:  «Ho condiviso anch’io l’avviso pubblicato sulla piattaforma virtuale dal parroco, in maniera tale che magari anche i più giovani abbiano modo di avvisare le persone più anziane a stare attente. Casi del genere accadono periodicamente non solo nel nostro paese ma anche in altre realtà. Occorre stare all’erta».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...