Notizia Oggi

Stampa Home
Anche quest'anno la notte della vigilia è stata caratterizzata dalla rappresentazione

Il presepe dei bambini a Civiasco

Sofia, Elena e Diego hanno interpretato la Sacra Famiglia
Articolo pubblicato il 27-12-2015 alle ore 10:04:05
Il presepe dei bambini a Civiasco 3
Il presepe vivente a Civiasco

Anche quest’anno a Civiasco la messa della vigilia di Natale è stata caratterizzata dalla scena della natività, impersonata dai piccoli Sofia, Elena e Diego nei panni di Gesù Bambino, della Madonna e di san Giuseppe. Nel piccolo centro valsesiano si è così ripetuta per la 34ma volta la rappresentazione del presepe vivente, sia pure in forma ridotta rispetto agli anni trascorsi, quando gran parte della popolazione veniva coinvolta nelle varie scene evangeliche, a partire dall’Annunciazione. L’augurio è che l’attuale presenza in paese di numerosi bambini consenta in un domani non lontano di ripristinare nella sua interezza questa tradizione iniziata dal parroco don Gaudenzio Fusi, che è stato commemorato quest’anno nel decimo anniversario della morte.

Durante l’omelia, don Angelo Belloni ha anche annunciato il suo prossimo ritorno nell’originaria diocesi di Modena, come collaboratore del parroco di Maranello. Al suo saluto ai parrocchiani di Civiasco, ove per tre anni ha svolto il ministero a fianco di don Roberto Collarini, fa riscontro quello della popolazione, accompagnato dagli auguri per l’attività che andrà a svolgere nella nuova destinazione. Come avviene ogni anno, la notte della vigilia si è poi conclusa  con lo scambio degli auguri nel bar-ristorante del palazzo comunale “Durio”, assaporando il tradizionale panettone con cioccolata e vin brulé, offerti dalle associazioni de paese.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...