Notizia Oggi

Stampa Home
Ambiente

«Il progetto ''Carisio'' non è finito in un cassetto»

Per il politico il discorso è ancora aperto
Articolo pubblicato il 22-01-2018 alle ore 02:48:02
Il progetto Carisio è ancora attivo
Il progetto Carisio è ancora attivo

E' di questi giorni la notizia della revisione del piano industriale di Ebu nel quale vi è una cessione di quote del progetto di ricerca petrolifero denominato Carisio che vede interessate le zone del vercellese, biellese e del novarese. Ma Gian Carlo Locarni, responsabile nazionel dipartimento ambiente avverte: ««La rinuncia da parte di ENI delle quote maggioritarie nel permesso esplorativo denominato Carisio e  nello specifico sul progetto Carpignano 1 Dir  che ha trovato il consenso preliminare tramite decreto interministeriale nel Giugno 2016 non devono lasciarci andare a facili entusiasmi».
E aggiunge ancora: «Ricordo che la cessione di quote maggioritarie, anche se non immesse materialmente sul mercato come da dichiarazioni del dott. Portoghese responsabile del distretto  centro settentrionale di ENI, non cassano il progetto ma spostano solo le quote maggioritarie ad un altro soggetto che potrebbe essere il socio minoritario Petroceltic o altro soggetto che solo il tempo ci dirà. Proprio in virtù di un primo via libera arrivato con il decreto interministeriale deve far si che l’attenzione di tutti coloro che fin dal 2012 si sono opposti a tale nefasto progetto resti ai massimi livelli.  Se fosse  un primo step amministrativo e senza alcun pronunciamento ministeriale sarebbe altra cosa ma un progetto seppur in fase preliminare ma , ripeto, con un primo significativo via libera non può lasciarci tranquilli. Sarà compito del governo che andrà a costituirsi dopo il 4 Marzo approntare una moral suasion sui soggetti che avranno le quote in mano di detti progetti, dal canto nostro eravamo, siamo e saremo sempre contrari a progetti che minano l’eccellenze territoriali già in essere per un misero contributo energetico come quantificato dalle ricerche preliminari».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...