Notizia Oggi

Stampa Home

Il sindaco di Gattinara: caccia ai caprioli che ci mangiano i vigneti

Articolo pubblicato il 07-11-2017 alle ore 18:06:07
Il sindaco di Gattinara: caccia ai caprioli che ci mangiano i vigneti 3
Immagine di repertorio

Sono ghiotti di germogli e acini: i caprioli rappresentano un problema per i viticoltori di Gattinara. La popolazione degli ungulati infatti ha subito un incremento incontrollato, tanto da essere motivo d’alterazione dell’ecosistema. Per questo il sindaco di Gattinara, Daniele Baglione, chiede di consentirne l’abbattimento durante la stagione venatoria. «Sempre più agricoltori e viticoltori di Gattinara e dei paesi limitrofi - dice Baglione - segnalano ingenti danni alle loro colture, distrutte dalla voracità di branchi sempre più numerosi di ungulati. A farne le spese, in particolare, i vigneti che danno origine ai pregiati vini Doc e Docg e anche le risaie del riso Dop di Baraggia. Infatti, gli ungulati creano danni rilevanti ai vigneti, ai ciglioni delle risaie e ai fossi irrigui, per non porre l’accento sui rischi che corrono gli automobilisti e i motociclisti».

Un piano di abbattimento, come per tutte le specie, esiste già. «Gli abbattimenti previsti - prosegue Baglione - non hanno sortito i risultati auspicati e a giudicare dall’entità dei danni, il problema è ben lontano dalla soluzione, tant’è che la voracità dei caprioli, ad esempio, non si limita ai frutti della vite, ma in primavera infieriscono anche sulle gemme, pregiudicando irreparabilmente il duro lavoro dei viticoltori e, in particolar modo, la vendemmia. Con sempre maggior frequenza agricoltori e cittadini si rivolgono al Comune per chiedere un intervento di sollecitazione nei confronti degli organi competenti. Per questo mi sono rivolto all’assessore all’Agricoltura Caccia e Pesca della Regione per chiedere di consentire l’abbattimento dei caprioli anche durante il periodo venatorio, per intraprendere un serio intervento di contenimento tramite l’abbattimento, estendendolo al maggior numero di mesi dell’anno».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...