Notizia Oggi

Stampa Home

Il vescovo in Valsesia, domani inizia la visita pastorale

Come deciso al termine del 21esimo sinodo diocesano
Articolo pubblicato il 11-11-2017 alle ore 11:47:47
Il vescovo in Valsesia, domani inizia la visita pastorale 3
Franco Giulio Brambilla

La Valsesia si prepara per la visita del vescovo. Da domani fino al 19 novembre monsignor Franco Giulio Brambilla incontrerà non solo i sacerdoti e i religiosi delle parrocchie di Quarona, Varallo e dell’Alta Valsesia ma anche la popolazione dell’Unità pastorale missionaria 24. Nel fitto calendario della prossima settimana vi sono infatti incontri con le scuole, i gruppi giovanili, gli oratori, i catechisti, gli operatori turistici, gli industriali e gli amministratori pubblici.

La visita alla Valsesia è stata decisa dal vescovo al termine del 21esimo sinodo diocesano. «Questa visita - dice don Roberto Collarini, moderatore dell’Unità pastorale missionaria 24 - apre le nostre parrocchie a nuove prospettive di più intensa collaborazione, in cui tutti saremo chiamati sempre di più a interagire negli ambiti cruciali della carità, dell’accoglienza, della prossimità a chi vive situazioni di fragilità o di solitudine personale o familiare. Verranno affrontati cammini familiari, soprattutto l’accompagnamento delle giovani famiglie, il futuro delle nuove generazioni, il mondo della scuola. Questi gli ambiti che saranno particolarmente al centro della visita del vescovo».

La diocesi di Novara è stata suddivisa con il Sinodo appena concluso in 27 Unità pastorali ciascuna delle quali ha una sua omogeneità per conformazione geografica e sociologica. L’Unità pastorale missionaria 24 è formata dalle parrocchie di Varallo, Quarona, Roccapietra, Scopello, Scopa, Campertogno, Riva Valdobbia ed Alagna, oltre ad altre di più modeste dimensioni. «Il vescovo - prosegue don Collarini - ci invita a presentarci, mettendo in evidenza i cammini che stiamo compiendo in questi anni, le scelte che abbiamo voluto privilegiare; inoltre il lavoro in sempre maggiore comunione e unità con le altre parrocchie del territorio ci dovrebbe portare a progettare da qui in avanti alcune iniziative comuni che saranno d’ora in poi il frutto della sinergia delle nostre risorse condivise. Sarà la prima visita pastorale non più alle singole parrocchie, come avveniva in passato, ma ad un’intera Unità».

Anche a Quarona, seconda parrocchia in ordine di grandezza dell’Unità pastorale missionaria 24, l’arrivo di monsignor Brambilla è molto atteso. «Simo in attesa che il vescovo venga conoscerci - afferma il parroco, padre Matteo Borroni - racconteremo le varie attività, quello che viviamo e quello che stiamo facendo». Anche nel paese monsignor Brambilla incontrerà le famiglie, le scuole, i catechisti e i vari operatori della parrocchia.

Si parte dunque domani, domenica, alle 11 con la messa a Roccapietra per la festa patronale di San Martino, seguita alle 12.30 dal pranzo comunitario. Alle 15,30 il vescovo sarà a Quarona per incontrare il Gruppo famiglie dell’Unità missionaria pastorale, seguirà alle 18 la messa. Le visite si concluderanno domenica 19 novembre a Campertogno con la celebrazione delle cresime dell’Alta Valsesia.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...