Notizia Oggi

Stampa Home

Insulta e minaccia il comandante dei carabinieri di Masserano in Facebook: denunciato

E' successo la settimana scorsa
Articolo pubblicato il 03-05-2017 alle ore 11:13:11
Insulta e minaccia il comandante dei carabinieri di Masserano in Facebook: denunciato 3
Foto d'archivio

Giovedì scorso, il comandante della stazione dei carabinieri di Masserano, visionando online i fatti di cronaca dei giorni precedenti, tra cui l’arresto di un pregiudicato armato di pistola e successivamente trovato in possesso di altre armi e piantagione di stupefacenti, sulla pagina Facebook di un quotidiano online di Biella ha notato un primo articolo pubblicato il 25 aprile. Nei commenti a tale pezzo c’era l’intervento postato da un pregiudicato ben conosciuto ai carabinieri, che testualmente ha scritto: «belli siete uuuu maresciallo e un infame le informazioni cerca le nn prende le dalla tua fidanzata razza di merda che nn sei altro vieni da me». Successivamente è stato visionato un secondo articolo, pubblicato il 26 aprile nella medesima pagina del quotidiano online, dove nuovamente nei commenti lo stesso indagato commentava con 2 nuovi post.

Il primo: «che belli che siete in divisa ma vieni a facci a faccia sbirro giovane». Tra i due commenti appariva un post del direttore della testata che si dissociava da tali affermazioni, chiedendo spiegazioni in merito. Il secondo: «Pistola a piombino sapere cosa vuol dire ma pistola con 20 m di gettata ma daiii credetevi pure grandi ma siete delle merenmerendine soprattutto lo sbirro giovane nn e casa tua telo ripeto». Seguiva un ulteriore commento da parte del direttore della testata che si firmava e si dissociava dai messaggi e dai commenti, anche quelli scritti e nel frattempo cancellati dall’autore, precisando che «i messaggi presenti in pagina non saranno cancellati unicamente per consentire alle autorità competenti di valutare eventuali responsabilità. La redazione invita tutti i propri fan ed iscritti alla relativa pagina Facebook ad un linguaggio rispettoso verso tutti, ispirandosi al buon senso del padre di famiglia». Il responsabile, un 27enne con precedenti in materia di stupefacenti, è stato denunciato per vilipendio alle forze armate, minaccia a pubblico ufficiale e oltraggio a pubblico ufficiale.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...