Notizia Oggi

Stampa Home

Investito, ma nessuno se n'era accorto: morto dopo due giorni di agonia

Chiesto l'espianto degli organi
Articolo pubblicato il 02-02-2018 alle ore 07:03:49
Investito, ma nessuno se n'era accorto: morto dopo due giorni di agonia 2
Gabriele Orio

Era stato investito, ma sulle prime nessuno se n'era accorto. Un'auto era uscita di strada urtandone un'altra parcheggiata, probabilmente la donna che era alla guida aveva avuto un malore. Nulla di grave, sembrava. Ma la stessa donna, dopo una quindicina di minuti, appoggiando le borse sul muretto a lato strada, aveva visto il corpo esanime di un uomo finito sbalzato oltre la ringhiera e volato una ventina di metri più sotto. Nessuno si era accorto che nell'incidente era stato coinvolto anche lui.

 

Era accaduto l'altro giorno a Varzo, nell'Ossola. Portato d'urgenza al Cto di Torino, il pedone investito è morto ieri sera. Si tratta di Gabriele Orio, di soli 38 anni: troppo gravi le lesioni riportate nell'episodio. E' stato chiesto ai familiari il nulla osta per l'espianto degli organi. Intanto le forze dell'ordine sono impegnate a stabilire l'esatta dinamica dell'accaduto.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...