Notizia Oggi

Stampa Home

La biblioteca di Romagnano più vicina alla gente grazie a Facebook

L'assessore Carini: «L’istituzione deve essere un’occasione di socializzazione, integrazione, condivisione di spazi e conoscenza»
Articolo pubblicato il 01-11-2016 alle ore 18:40:11
La biblioteca di Romagnano più vicina alla gente grazie a Facebook 2
In biblioteca a Romagnano

La biblioteca di Romagnano esce dalle mura per entrare (virtualmente) nelle case dei cittadini. La “Dionisotti” sarà infatti presto  su Facebook, così potrà comunicare in tempo reale tutte le iniziative e le novità editoriali. «Negli scorsi mesi - afferma l’assessore Alessandro Carini - abbiamo lavorato alla stesura di alcuni progetti che coinvolgono la scuola e la biblioteca. Uno di questi è stato quello che vuole far diventare la biblioteca il centro propulsore di iniziative e progetti». Il fulcro è l’idea della biblioteca come presidio della cultura, ma anche centro di memoria e di aggregazione. «L’istituzione - prosegue Carini -, lungi dall’essere un luogo statico, è  un’occasione di socializzazione, integrazione, condivisione di spazi e conoscenza; un punto di riferimento per incontrarsi, comunicare, creare e consolidare il senso di appartenenza a una collettività contro l’esclusione e l’isolamento. L'idea si basa sul principio che è possibile fare comunità, attraverso iniziative di varia natura, sfruttando quei luoghi che sono per loro stessa natura deputati allo svolgimento di attività culturali».

L'obiettivo è di abbinare il “fare cultura”  a tutta una serie di pratiche che favoriscano l'inclusione sociale e lo scambio di saperi. «La biblioteca di Romagnano deve diventare una “piazza” di attività e di sperimentazioni per far rinascere il desiderio di frequentarla e per rafforzare i rapporti sociali della comunità con il territorio». Tra gli obiettivi del progetto anche quello di ottimizzare le risorse con i Comuni limitrofi, sulla base di quanto è stato fatto con diversi servizi e numerose iniziative culturali, dalle visite ai musei alla stagione teatrale al Coccia. «Il primo passo - conclude Carini - sarà la creazione di un portale e l’utilizzo di Facebook e dei vari social network per comunicare e valorizzare le iniziative e i libri. Poi ci saranno ovviamente diverse iniziative, dagli spettacoli teatrali, due già a novembre, nelle scuole, al corso di teatralità, gratuito, per gli studenti».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...