Notizia Oggi

Stampa Home
Cronaca

La droga veniva venduta al pascolo nella campagna vercellese

Nei guai sono finite quattro persone
Articolo pubblicato il 31-05-2016 alle ore 13:06:07
Foto di repertorio
Foto di repertorio

In quattro finiscono in carcere per droga dopo l'inchiesta portata a termine dalla Questura di Vercelli. Gli agenti della polizia sono riusciti a sgominare una fitta rete di spaccio di cocaina, composta da soggetti di etnia rom residenti tra Bianzè e Saluggia, da un pastore calabrese residente a Saluggia e da un cittadino albanese residente in provincia di Torino; la droga che gli spacciatori rivendevano nei comuni di Bianzè, Saluggia, Tronzano, Borgo d’Ale, Santhià e nel biellese, veniva acquistata, infatti, a Torino dove gli indagati si recavano a bordo di potenti autovetture con l’ausilio di staffette e vedette che garantivano loro la “tranquillità” del trasporto. A rendere particolarmente difficoltosa l’attività investigativa della sezione antidroga della squadra mobile, è stata la modalità con cui gli spacciatori fornivano la cocaina ai loro clienti: sia i rom che il cittadino albanese coinvolti nell’operazione, consegnavano la cocaina direttamente all’abitazione dei loro acquirenti, mente il pastore calabrese, era solito cedere la cocaina sia nella propria abitazione, sia quando si trovava al pascolo col gregge in aperta campagna. Una sorta di dello stupefacente “a domicilio”, stroncato, in Provincia dalla Polizia di Stato.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...