Notizia Oggi

Stampa Home

La mensa di Borgosesia torna ai blocchetti di carta

Il sindaco ha fatto una visita-controllo al centro dove vengono preparati i pasti: «Il giudizio è positivo»
Articolo pubblicato il 12-12-2017 alle ore 12:01:58
La mensa di Borgosesia torna ai blocchetti di carta  3
La mensa di Borgosesia torna ai blocchetti di carta 3

Dal prossimo anno scolastico a Borgosesia le mense torneranno ai tradizionali blocchetti cartacei. Le famiglie dovranno dunque affidarsi a Internet ancora per qualche mese. Intanto, gli amministratori comunali hanno fatto una visita-controllo al centro dove vengono preparati i pasti del servizio di ristorazione scolastica: «E il giudizio - dice il sindaco - è positivo».

Il sistema telematico per il servizio mensa è stato introdotto da un paio d'anni per agevolare la gestione. Tuttavia, dai commenti di diversi genitori, sembra che il nuovo sistema si sia portato dietro una serie di problemi: le lamentele di alcune famiglie riguardano principalmente conteggi che non tornano con pasti addebitati anche se non consumati realmente. «E' soprattutto un problema di tempi - spiega il sindaco Paolo Tiramani -, non tutte le scuole hanno la stessa regolarità nel registrare le presenze e i dati vengono scaricati dall’azienda Elior in tempi successivi: questo provoca nell'immediato una discordanza alle famiglie, che si risolve nel lungo termine. E’ comunque evidente che ci sono stati troppi contrattempi, e quindi dal prossimo anno scolastico si tornerà ai blocchetti».

Il ritorno al passato si avrà con il nuovo appalto: «Il servizio mensa è stato prorogato per dodici mesi all'azienda Elior e andrà all'appalto la prossima primavera per tre anni - anticipa il primo cittadino -. Una delle richieste nel capitolato sarà proprio l'utilizzo dei classici blocchetti, a tutela delle famiglie».

Gli amministratori comunali sono stati nella sede di Fontaneto d'Agogna dove vengono preparati da Elior i pasti per le mense scolastiche: «E' stata una visita a sorpresa per verificare le condizioni e la qualità - spiega Tiramani, che ha partecipato insieme al consigliere con delega all’istruzione Gianna Poletti e al funzionario comunale Donata Ceruti -. Siamo rimasti soddisfatti: ambiente estremamente pulito, osservanza delle norme, qualità dei prodotti e del servizio. Ad oggi promossi. In ogni caso continueremo a vigilare per il bene dei nostri ragazzi».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...