Notizia Oggi

Stampa Home

«La Provincia siamo noi». A Pray rotonde ripulite dai privati

Aziende e commercianti hanno tagliato l'erba dei quattro svincoli all'ingresso del paese
Articolo pubblicato il 10-10-2016 alle ore 15:02:02
«La Provincia siamo noi». A Pray rotonde ripulite dai privati 2
La rotonda di località Mulino, a Pray

Rotonde opportunamente ripulite e visibilità perfetta. A Pray a manutenere le tre rotatorie e lo spartitraffico verde sono aziende e cittadini che, stanchi di vedersi la “savana” vicini a casa, hanno scelto di intervenire personalmente.

Massimiliano Calà della “Bottega del buscarin e mulitta” si è adoperato per mettere a posto il prato dello spartitraffico proprio davanti al negozio, a Pianceri: «Era una cosa indecente - spiega -. E così in una giornata ho tagliato l’erba, nessuno me l’ha chiesto ma mi è sembrato normale. So che anche le altre rotonde del paese vengono mantenute da aziende o privati. Non dovrebbe essere così, visto che abbiamo una Provincia incaricata di questo...»

In realtà, la Provincia ha provveduto a sistemare i bordi delle strade di sua competenza. E alla fine, tra l’intervento pubblico e quello privato volontario, ora si può viaggiare con maggiore sicurezza. Vale per lo svincolo di Pianceri, e stesso discorso per la rotonda che porta verso Ponzone: anche qui è intervenuto un privato a ripulire. Così come per le due rotatorie presenti al confine di Pray con Coggiola, ci pensa la Vitale Barberis Canonico al taglio dell’erba.

Da parte sua il Comune non può che ringraziare. «Fortunatamente qualcuno pensa anche alle rotonde - dice il vicesindaco Gianfranco Mencattini -. La pulizia spetterebbe alla Provincia, ma purtroppo tutti sappiamo la situazione in cui si trova. Anche per il Comune sarebbe un costo. Ringraziamo i privati e le aziende che tengono pulito il paese».

E intanto l’amministrazione comunale lancia un appello per tenere pulito il Sessera. «Come Comune - spiega Mencattini - stiamo cercando taglialegna che abbiano voglia di intervenire per un taglio delle piante lungo le sponde del torrente, dal ponte della Provinciale alla Pianca. Non possiamo permetterci di fare un bando e pagare, ma i taglialegna che sono intenzionati ad aiutarci possono portarsi via la legna e rivenderla. Come Comune contatteremo anche i privati per avere l’autorizzazione al taglio delle piante». L’obiettivo è chiaro: una maggiore sicurezza soprattutto con l’avvicinarsi della stagione delle piogge.

Le iniziative “green” non sono finite. In collaborazione con il Comune di Pray, da quattro anni a questa parte “Custodiamo la Valsessera” organizza in autunno “Puliamo la Valsessera”, una giornata di pulizia di tratti di strada, boscaglia e rive del torrente, in collegamento con il progetto nazionale di Legambiente “Puliamo il Mondo”. Nelle precedenti occasioni sono state raccolte decine di quintali di rifiuti poi conferiti in maniera differenziata nell’eco centro di Pray (appositamente aperto da Seab). La nuova iniziativa è in programma per di domenica 13 novembre con ritrovo a Pray a partire dalle 9 per dividersi in diverse squadre e intervenire sul territorio.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...