Notizia Oggi

Stampa Home
Evento

La ''Vitale'' nella storia delle aziende familiari

Un importante riconoscimento
Articolo pubblicato il 15-12-2017 alle ore 20:05:00
La ''Vitale'' nella storia delle aziende familiari 2
La ''Vitale'' nella storia delle aziende familiari 2

Il lanificio Vitale Barberis Canonico con sede a Pratrivero è tra i più antichi al mondo con oltre 350 anni di storia e giunto alla tredicesima generazione familiare. Nei giorni scorsi è stato protagonista dell’appuntamento “Alla scoperta di...” organizzato da AIdaf, l’associazione italiana delle aziende familiari. Alcuni imprenditori associati ad AIdaf hanno assistito alla tavola rotonda in cui sono intervenuti come moderatore il professor Guido Corbetta, docente ordinario di strategia aziendale e titolare della cattedra AIdaf in memoria di Alberto Falck all’Università Bocconi, e come relatori la tredicesima generazione alla guida di Vitale Barberis Canonico composta da Alessandro Barberis Canonico, amministratore delegato, Francesco Barberis Canonico, direttore creativo, Lucia Bianchi Maiocchi, responsabile del Crm e il direttore commerciale Bruno Landi, in rappresentanza della parte manageriale dell’azienda.


Il dibattito si è incentrato sui temi della managerialità e del family business e alla fine dell’incontro si è dato spazio a domande e confronti. Al termine della tavola rotonda, gli ospiti hanno poi potuto visitare l’azienda accompagnati da Alessandro Barberis Canonico che ha illustrato l’intero processo produttivo aziendale.
L’appuntamento è stato un’occasione di scambio, opportunità e reciproca conoscenza nel campo della managerialità in ambito business familiare dove passione e tradizione si intrecciano alle logiche del mercato.
Vitale Barberis Canonico è entrata a far parte di questa associazione che raggruppa le più importanti dinastie di aziende familiari, nate e proseguite grazie alla passione di nonni, figli, nipoti fino alle generazioni a venire. Un filo rosso della tradizione che lega il passato al futuro.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...