Notizia Oggi

Stampa Home
Sanità

L'assessore Saitta ha inaugurato la casa della salute a Trivero

Oggi pomeriggio il taglio del nastro
Articolo pubblicato il 19-06-2017 alle ore 19:03:11
La targa inaugurata a Trivero
La targa inaugurata a Trivero

L'assessore regionale Antonio Saitta accompagnato dal consigliere regionale Vittorio Barazzotto ha inaugurato oggi pomeriggio la Casa della salute a Trivero. Diversi i servizi che proporrà la struttura anche grazie a un accordo trovato con i medici di famiglia. “Come Regione – ha detto l’assessore Antonio Saitta – siamo molto orgogliosi perché cominciamo a vedere concretamente i risultati di un progetto, quello delle case della salute, che va incontro alle esigenze della popolazione più fragile. La cronicità deve essere gestita con modelli di assistenza che trovano nel territorio il loro punto di forza, perché proprio sul territorio i cittadini – specie quelli che vivono nelle zone più periferiche - hanno bisogno di trovare le risposte per le esigenze di salute meno complesse, ma quotidiane.   Se in prima battuta ci siamo concentrati sugli ospedali, e quello di Biella è oggi divenuto autorevole e attrattivo, adesso proseguiamo il nostro impegno valorizzando il territorio con una rete di assistenza capillare e organizzata, dove i servizi possono essere pianificati in base alle esigenze della popolazione”.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...