Notizia Oggi

Stampa Home

L'ex sindaco di Brusnengo premiato come esempio di impegno civico

Il paese era un comune “poverello” di nome e di fatto
Articolo pubblicato il 01-10-2016 alle ore 17:26:51
L'ex sindaco di Brusnengo premiato come esempio di impegno civico 2
Davico e Poverello

«Dieci anni vissuti dentro il Palazzo, raccontati attraverso storie e personaggi che, a vario titolo, hanno attraversato la mia storia e la vicenda politica». A Cherasco è stato presentato il libro “Senza Casta” del senatore di Bra Michelino Davico, ex di Lega Nord, Grandi Autononie e Libertà e Italia dei Valori, attualmente nelle fila dei Moderati. E un po’ a sorpresa nel volume è citato anche l’ex sindaco di Brusnengo Piero Poverello. In una pagina si legge: «Ho cercato di sostenere i sindaci dei piccoli Comuni, innanzitutto quelli che non hanno mai abbastanza risorse per garantire servizi indispensabili alla loro gente. L'emblema di quanto vado raccontando fu forse Piero Poverello, il sindaco di Brusnengo, un paesotto di duemila abitanti in provincia di Biella: era un comune “poverello” di nome e di fatto, in cassa lui non aveva un soldo, ma si ingegnava per trovare, diceva, “le migliori soluzioni per il paese”.

Per esempio aveva puntato tantissimo sull'informatica. Ricordo che veniva addirittura a Roma a sue spese e non è che fosse milionario: solo un pensionato dotato di senso civico». Insomma il sindaco si è meritato una citazione. «E’ un libro molto bello e interessante - spiega -. E’ una  finestra su un mondo a noi sconosciuto, il senatore me ne ha donato una copia in anteprima ad Asti. Non posso che ringraziarlo per essersi ricordato di me citandomi a pagina 74 e un ringraziamento va fatto a lui per ciò che ha fatto pensando ai piccoli Comuni quando era sottosegretario agli Interni».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...