Notizia Oggi

Stampa Home
Indagine

Lo sfruttamento della prostituzione era un affare di famiglia

Nell'inchiesta finiscono padre, madre e figlia
Articolo pubblicato il 09-04-2016 alle ore 06:41:23
Foto di repertorio
Foto di repertorio

Lo sfruttamento della prostituzione era un affare di famiglia. Il tribunale di Novara ha messo sotto processo, figlia, madre e padre che avevano messo su un vero e proprio centro di reclutamento di prostitute dall'est, ragazze che ricevevano in casa nell'Aronese e a Gallarate. Carabinieri e Digos erano riusciti a scoprire tutto grazie alla denuncia di una delle giovani, sentiti anche diversi clienti provenienti dall'alto novarese. Nei giorni scorsi è arrivata la sentenza: condanna a quattro anni per la figlia che affittava gli appartamenti e amministrava le case, due anni per la madre che collaborava nella gestione, reato prescritto invece per il padre che avrebbe fatto entrare in Italia clandestine.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...