Notizia Oggi

Stampa Home

L'ostello di Varallo riapre: si chiamerà Pinocchio

Capodanno sarà il grande giorno, l'inaugurazione a metà gennaio
Articolo pubblicato il 03-12-2017 alle ore 11:55:34
L'ostello di Varallo riapre: si chiamerà Pinocchio 3
I nuovi gestori dell'ostello di Varallo Elena Piana e Fabio Bolongaro

A Capodanno riaprirà l’ostello di Varallo. Sono due i soci ad aver preso in mano la struttura ricettiva di via D’Adda: Fabio Bolongaro, borgosesiano e titolare di due affittacamere a Stresa, ed Elena Piana di Gignese, che approda a Varallo (dove presto prenderà la residenza) dopo l'esperienza di una collaborazione in un campeggio. «La mia socia parla quattro lingue - sottolinea Bolongaro - per cui potremo accogliere tranquillamente ospiti stranieri».

Rimasto chiuso per alcuni mesi dopo la conclusione del precedente contratto di gestione, l’ostello a settembre era stato rimesso sul mercato dall’amministrazione comunale dopo una serie di lavori. I nuovi gestori hanno scelto per la struttura il nome “Pinocchio”: «Cercavamo un nome che si collegasse al territorio cittadino - spiega Bolongaro - e così abbiamo pensato al nome del celebre burattino che già era piaciuto all’ex sindaco Gianluca Buonanno, il quale gli aveva dedicato uno spazio alla stazione. Anche noi collocheremo una statua di Pinocchio all’ingresso dell’ostello».

Il resto dell’arredamento si ispira all’ambiente alpino, in particolare del Tirolo. «Abbiamo voluto dare un tocco nuovo agli ambienti - spiega il gestore - e ci siamo ispirati ai tipici interni tirolesi, caldi e confortevoli, anche se ho una nonna walser, di Ornavasso però, non di Alagna, che mi ha trasmesso la passione per la montagna e influenzato, in questo caso, sulle scelte d’arredo».

L’ostello con le sue nove camere (45 posti letto raddoppiabili con i letti a castello) e un servizio di prima colazione (una cucina sarà comunque a disposizione degli ospiti per cucinare liberamente), aprirà i battenti l’1 gennaio 2018. «L’inaugurazione si terrà a metà gennaio - annunciano i gestori - ma già il 16 dicembre faremo un “open day” rivolto soprattutto agli studenti dell’Alberghiero».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...