Notizia Oggi

Stampa Home
La famiglia dà l'ok per l'espianto di cornee, fegato e reni

L'ultimo dono di Archero: i propri organi

La prossima settimana il funerale del presidente dei diabetici
Articolo pubblicato il 17-10-2015 alle ore 07:41:47
L'ultimo dono di Archero: i propri organi 3
Egidio Archero

Egidio Archero, il presidente provinciale dei diabetici, farà un ultimo dono per il prossimo: la moglie Nicoletta e la figlia Francesca hanno infatti dato il via libera per l'espianto di cornee, fegato e reni. 

Intanto è stata aperto un procedimento a carico del taxista che domenica l'ha investito mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali, sotto la pioggia. L'accusa è quella di omicidio colposo. Ora il corpo del portavoce dei diabetici (circa 8mila in provincia), nonché ex sindaco di Olcenengo, è ancora a Roma: lo riporterà a casa la famigla la prossima settimana.

Lo ricorda anche l'assessore regionale alla sanità Antonio Saitta: “Con lui ho condiviso la passione e l’impegno politico e nell’ultimo anno più volte l’ho incontrato nella sua veste di presidente dell’associazione diabetici Fand e di membro della Commissione Diabetologica Regionale, che perde così un componente di grande valore ed esperienza. Un uomo serio, onesto e appassionato. Abbraccio con affetto la sua famiglia e i suoi amici”.

Tags: egidio archero

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...