Notizia Oggi

Stampa Home

Maggiora, la coop che ospita i migranti paga l'erba del campetto

Articolo pubblicato il 09-09-2017 alle ore 18:00:15
Maggiora, la coop che ospita i migranti paga l'erba del campetto 3
Il campetto già esistente

Un campo per giocare a calcio a cinque: sarà realizzato a Maggiora. Il posto scelto è in via Dante Aligheri, già sede di un campetto in terra battuta. Il progetto vedrà la collaborazione del Comune la con società Versoprobo, che si occupa dell’accoglienza di circa una trentina di richiedenti asilo a Maggiora. «Si tratta di un campo già utilizzato in precedenza – spiega il sindaco Giuseppe Fasola – ora verrà realizzato un campo in materiale sintetico, recintato con reti e completo di altre comodità». L’idea, infatti, è quella di dotare l’area di docce e spogliatoi e di una platea. Il campo misura 44 metri per 22. Importante la partecipazione di Versoprobo, che si è resa disponibile a fornire e stendere il manto erboso sintetico e la recinzione perimetrale e che, secondo le stime, dovrebbe trovarsi a sostenere la parte più ingente delle spese: «Il Comune e Versoprobo stanno realizzando questa struttura, che potrà essere usata dai giovani maggioresi e anche dai ragazzi migranti che ospitiamo – prosegue il sindaco - l’idea è quindi quella di unire l’utile al dilettevole, dando a tutti la possibilità di giocare in questo campo». Il campo rimarrà comunque scoperto, per cui il suo uso si concentrerà probabilmente nel periodo della bella stagione. Il mese scorso, la giunta ha approvato il progetto definitivo-esecutivo per le opere preliminari che riguarderanno la preparazione del sottofondo e del cordolo perimetrale. Per tali opere, è prevista una spesa complessiva sui 20mila euro. Buona parte di tale somma sarà finanziata grazie al contributo ministeriale di 16.500 euro “per progetti di miglioramento dei servizi o infrastrutture”. Il progetto per le opere preliminari è stato realizzato dal tecnico comunale e i primi lavori dovrebbero prendere il via già nel mese di settembre.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...