Notizia Oggi

Stampa Home

Maria Chiara Boscolo al premio letterario ''Streghe e vampiri''

Le premiazioni si sono tenute sabato
Articolo pubblicato il 29-11-2016 alle ore 09:42:38
Maria Chiara Boscolo al premio letterario ''Streghe e vampiri'' 2
La premiazione del concorso

Una lirica splendida e inquieta: così è stata giudicata la poesia con la quale la scrittrice serravallese Maria Chiara Boscolo si è messa in luca alla sesta edizione del ''Premio Letterario Nazionale Streghe Vampiri & Co.'', organizzato da Giovane Holden Edizioni in collaborazione con l’associazione culturale “I soliti Ignoti”. Le premiazioni si sono tenute sabato all'hotel "Esplanade" di Viareggio.

La serravallese ha vinto nella sezione poesia, partecipando con il componimento “Séance”. La motivazione della giuria recita: «Splendida, inquieta lirica in cui la poetessa riesce a riversare forti emozioni stemperandole in versi brevi e serrati che paiono risolversi in sensazioni quasi fisiche. Affanno, amore, desiderio e solitudine si compenetrano in un bacio blasfemo che annulla il tempo e lo spazio e vivifica la promessa di una vita eterna in cui anche l’instabile equilibrio tra sole e luna troverà finalmente quiete. Un labirinto sensoriale quello che Maria Chiara Boscolo dipinge tra fremiti, sussurri e sospiri su un pentagramma di misterica ispirazione. Si avverte la cura per la parola, per la sua facoltà di recare sollievo e vigore mostrando nel contempo alla coscienza i suoi abissi e le sue altezze. Solo attraverso la parola è possibile la vita, attraverso una parola coraggiosa, il taglio audace di una metafora, che, mentre da un lato, con la sua nudità, si espone al rischio della ferita, dall’altro splende di una potenza desiderante che spinge a travalicare ogni limite e divieto».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...