Notizia Oggi

Stampa Home

«Mendicanti espulsi, così Varallo colpisce sempre i più deboli»

Lettera al giornale
Articolo pubblicato il 30-08-2017 alle ore 17:10:12
«Mendicanti espulsi, così Varallo colpisce sempre i più deboli» 3
Foto d'archivio

Dai rappresentanti del gruppo Sinistra per Varallo/Bella Ciao e del Circolo Prc della Valsesia Brigate Garibaldi, riceviamo e pubblichiamo

«Desideriamo esprimere la nostra opinione a riguardo della decisione contro l’accattonaggio presa dal sindaco Botta e della conseguente presa di posizione del capogruppo di Viviamo Varallo Luca Cravanzola. Prima di entrare nel merito di questa decisione è bene ricordare che il decreto sicurezza varato dal Ministro Minniti si pone in sorprendente continuità con il decreto legge del 5 Maggio 2008 varato dal leghista Maroni, di cui rilancia lo spirito, proponendo un’idea di sicurezza che considera gli emarginati presenti nello spazio pubblico come elementi che deturpano il decoro urbano e la quiete pubblica. Da parte del Governo viene criminalizzato l’accattonaggio proponendo un approccio al tema vessatorio e classista in quanto il decreto si abbatte sulle fasce più svantaggiate e povere della popolazione e amplia i poteri straordinari dei Sindaci che diventano veri e propri sceriffi. Lo scivolamento a destra dei Governi targati Pd danno ancora più fiato e forza alle trombe leghiste che su questo tema come su quello dell’immigrazione basano le loro, stando ai sondaggi, presunte fortune elettorali.

Venendo al merito della decisione annunciata a Varallo esprimiamo la nostra ferma contrarietà in quanto questo provvedimento va a colpire, ancora una volta, le fasce più deboli e svantaggiate della società. Anzichè questo tipo di provvedimenti propagandistici e vessatori servirebbero iniziative volte a far uscire dalla marginalità chi oggi vi è costretto. Venendo infine alla presa di posizione del consigliere Cravanzola, crediamo sia utile puntualizzare alcune questioni. Pur condividendo i contenuti delle sue esternazioni nel merito di questo provvedimento vorremmo ricordare quanto le decisioni prese dal governo nazionale hanno pesanti ricadute anche a Varallo come dimostrato in questo caso dal decreto Minniti, visto che durante gli incontri per tentare di costruire una lista unitaria Cravanzola ed il suo gruppo sostenevano che le vicende nazionali non dovevano influire nella costruzione dell’eventuale programma unitrio. Chiudiamo, infine, rendendoci comunque disponibili a batterci, contro questi ed altri provvedimenti che vanno a toccare le fasce più deboli, insieme a chi condivide questi obiettivi».

Augusto Luttore, Giuseppe Iriti

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...