Notizia Oggi

Stampa Home

Mezzo secolo da parrucchiere per Diego Barcellini

Ha imparato i segreti del mestiere dai genitori
Articolo pubblicato il 29-06-2016 alle ore 18:47:50
Mezzo secolo da parrucchiere per Diego Barcellini 2
Diego Barcellini

La sua è una dinastia di parrucchieri. E il suo negozio Afrodite di via Quintino Sella è un’autentica istituzione di Ghemme e accoglie clienti un po’ di tutta la Valsesia. Diego Barcellini, classe 1943, ha festeggiato di recente un traguardo che in pochi possono permettersi: 50 anni di attività.

E’ nel 1965, infatti, che si è messo in proprio, dopo aver imparato i segreti del mestiere dal papà Francesco e dalla mamma Fiorina e dopo aver lavorato fin da giovanissimo a Novara e Borgomanero. Quando il padre è mancato è tornato a casa per proseguire l’attività di famiglia. In 50 anni il negozio ha cambiato sede, si è ampliato per restare al passo con i tempi e adeguato all’aumento della clientela, ma la passione e la professionalità di Barcellini sono rimaste intatte nel tempo. E trasferite alla figlia Monica, che gestisce con lui “Afrodite”, proseguendo così la dinastia dei Barcellini alla prese con le forbici.

Di recente l’uomo è stato premiato in occasione della 71ª assemblea di Confartigianato, che si è svolta all’Hotel Dino di Baveno. Un modo per riconoscere la fedeltà all’associazione, di cui è socio da mezzo secolo. Alla fine del 2014 Barcellini un premio l’aveva ricevuto anche dal Comune di Ghemme, che nel tradizionale concerto di fine anno aveva consegnato dei riconoscimenti a quegli artigiani che con la loro professionalità danno una mano alla collettività. A Baveno altri tre ghemmesi hanno ricevuto il diploma fedeltà: sono il meccanico Eugenio Mandelli (50 anni) e gli elettricisti Orazio Rovellotti e Mauro Curatitoli (35 anni).

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...