Notizia Oggi

Stampa Home

«Migranti in Valsessera, sono i sindaci a non collaborare»

Il vice prefetto Patrizia Bianchetto risponde ai primi cittadini di Trivero e Sessera
Articolo pubblicato il 27-02-2016 alle ore 20:32:56
«Nuovi migranti in Valsessera, sono i sindaci a non collaborare» 3
Il vice prefetto Patrizia Bianchetto

I Comuni chiedono di essere ascoltati, di condividere, di partecipare sulle politiche di accoglienza dei migranti: ma quando c'è qualcosa da fare, sono i primi a defilarsi. In sintesi, è questo il messaggio che il vice prefetto di Biella, Patrizia Bianchetto, ha mandato ai sindaci di Pray, Coggiola, Portula e Trivero, che nei giorni scorsi avevano espresso tutti i loro timori rispetto a un possibile arrivo di 70 o 90 migranti in un nuovo centro di accoglienza di frazione Granero. 

Ma con i fenomeni migratori, spiega Bianchetto, «saremo chiamati a fare i conti ancora per molto tempo». E il problema sono ovviamente le strutture di accoglienza: «L'ultima richiesta rivolta ai sindaci di far conoscere se sui rispettivi territori vi fossero strutture, palestre o terreni utilizzabili, anche solo provvisoriamente, all'accoglienza dei migranti risale "solo" al 23 settembre 2015». Risultato: su 82 Comuni hanno risposto solo in 11, e tutti negativamente. Stessa cosa con i bandi Sprar: non un solo Comune vi ha partecipato. Non ha quindi molto senso lamentarsi quando la Prefettura, non avendo riscontri dagli enti pubblici, deve affidarsi alle strutture prese in affitto dai privati, come è appunto quella di Granero.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...