Notizia Oggi

Stampa Home
Il racconto

Nella sparatoria di Hurghada c'è anche una triverese

Paola Pellitteri lavora nell'hotel di fronte al ristorante dove è avvenuta la rapina
Articolo pubblicato il 10-01-2016 alle ore 09:25:23
Paola Pellitteri
Paola Pellitteri

Quando tivù e media nazionali hanno rilanciato la notizia dell'attentato a Hurghada in Egitto il telefono di Paola Pellitteri ha iniziato a suonare, su Facebook gli amici dell'Italia hanno cominciato a tempestarla di messaggi. L'attentato era proprio davanti all'Hotel Bellavista di Hurgada dove lavora. «Ma quale attentato - scrive lei su Facebook -. E' stata una rapina.  Hanno cercato di rubare in un ristorante fuori dall'Hotel "La Luna restaurant" scappando armati di coltello; hanno ferito due turisti che stavano all'uscita... Uno dei fuggitivi è stato colpito da un poliziotto e i turisti ricoverati al AMC hospital si spera nulla di grave».
L'incidente è stato subito trattato dalla stampa mondiale con un atto di terrorismo.  «Certo giornalismo è vergognoso - conclude Paola Pellitteri - e purtroppo a pagarne le conseguenze siamo noi, che da mesi siamo senza lavoro».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...