Notizia Oggi

Stampa Home

Non ci sono soldi per la caserma: Ghemme e Sizzano chiedono aiuto ai cittadini

La sottoscrizione durerà per 60 giorni
Articolo pubblicato il 23-11-2017 alle ore 11:11:11
Non ci sono soldi per la caserma: Ghemme e Sizzano chiedono aiuto ai cittadini 3
La caserma dei carabinieri di Ghemme

Una raccolta fondi per sistemare la caserma dei Carabinieri: l’hanno lanciata i Comuni di Ghemme e Sizzano. A marzo il Comando regionale dell’Arma ha chiesto di effettuare degli adeguamenti all’alloggio del comandante. La caserma, che ha sede in via Quintino Sella a Ghemme, è di proprietà dello stesso Comune. L’idea è quella di utilizzare degli spazi dell’adiacente biblioteca per annetterli alla caserma. Il costo dei lavori è stato stimato in 92mila euro. Di questi, il Comune di Ghemme ne metterà 30mila, mentre quello di Sizzano 5mila. Per la parte rimanente, invece, è stata aperta una sottoscrizione popolare, rivolta a cittadini e imprese.

«Le due Amministrazioni ritengono che la permanenza sul territorio dell’Arma dei Carabinieri sia una priorità per garantire la sicurezza per i propri cittadini – spiegano dai due enti -, tale sottoscrizione si rende necessaria per consentire la realizzazione di nuove aree e l’adattamento dei locali esistenti». Il rischio, nel caso non si riescano a effettuare gli interventi, è che la Stazione non sia più operativa: «I lavori sono finalizzati a ottimizzare la separazione degli spazi dedicati alle attività di sicurezza dalla parte dedicata alla residenza – proseguono - anche per scongiurare un eventuale ripiegamento della storica caserma di Ghemme».

Da qui la scelta di chiedere aiuto ai cittadini: «La raccolta è anche un atto per sensibilizzare le popolazioni dei due paesi a prendere coscienza dell’importanza della presenza della caserma per la propria sicurezza – osservano dai due Comuni - sicurezza che passa, come tutti sappiamo, dal presidio del territorio e dal controllo del territorio stesso». Le amministrazioni hanno fornito le indicazioni necessarie per chi volesse donare: è possibile recarsi di persona alla tesoreria, rivolgersi alla filiale Unicredit di Ghemme o effettuare bonifici bancari al conto della tesoreria. In quest’ultimo caso, occorre versare sul conto con Iban IT58M0 200845420000041145803, intestato al Comune di Ghemme, indicando come causale “Donazione lavori caserma”.

«Le somme donate confluiranno in un fondo apposito che verrà puntualmente rendicontato. Con la cifra raccolta, unitamente a fondi propri, si effettueranno i necessari lavori di ristrutturazione della caserma – fanno sapere i Comuni - nel caso in cui non verrà raggiunta la somma necessaria per l’effettuazione dei lavori, le somme versate per intero verranno restituite ai singoli sottoscrittori». La sottoscrizione durerà per 60 giorni. 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...